Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Il francese dell'AlphaTauri racconta il suo sorpasso a Sergio Perez tra la Source e l'Eau Rouge, contento del passo che ha mostrato per tutta la gara.

Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Nel corso del Gran Premio del Belgio andato in scena ieri a Spa-Francorchamps Pierre Gasly si è trovato con il muro a pochi millimetri dalla suo treno di gomme a destra e Sergio Perez sulla sinistra, anch'esso a un soffio dalla sua AlphaTaudi AT01.

Gasly, che ieri era in possesso di un passo gara di tutto rispetto, ha attaccato il messicano della Racing Point in uscita dalla Source, mentre entrambe le vetture erano dirette all'Eau Rouge. La manovra è stata spettacolare, ma Perez per difendersi ha stretto il francese sino a fargli sfiorare le barriere interne.

Il sorpasso, poi, è andato a buon fine, con Gasly che a fine gara ha artigliato un impensabile ottavo posto dopo aver superato entrambe le Racing Point a compimento di una rimonta davvero spettacolare.

"Onestamente pensavo fossimo ormai a muro. Non sto scherzando, io ero attaccato al muro. Non potevo più muovermi. E a un certo punto stavamo andando a 280-300 Km/h".

"Sergio mi ha davvero schiacciato e sembrava che non volesse mollare. Eravamo davvero a un soffio dal muro. Sergio è un pilota duro, lo sapevo. Il mio battito cardiaco è stato accelerato ed è andato un po' oltre quando ha iniziato a stringermi".

"Fortunatamente ero concentrato e mi sono detto: 'Non c'è modo di alzare il piede. Farò in modo che questa manovra vada bene. E così è stato'".

"Alla fine sai dov'è il limite e ti aspetti sempre rispetto da tutti. Si sa dov'è il limite e non si dovrebbe superare. In quella manovra si era al limite. Ma alla fine c'era lo spazio per una macchina sola".

Gasly è stato uno dei pochi piloti a scegliere le gomme dure per prendere il via della corsa ma, invece di faticare, ha trovato subito un grande ritmo, riuscendo ad attaccare alcuni piloti e a guadagnare posizioni.

"Devo dire che all'inizio della gara pensavo fosse un po' difficile rispetto ai miei avversari. Avevo gomme dure contro le medie dei miei avversari, ho cercato di salvaguardarle, di stare vicino a chi avevo davanti. Sono stato felice di aver conquistato posizioni al primo giro, perché francamente non me lo aspettavo".

"Mi aspettavo di soffrire nei primi 3 giri, invece è stato il contrario. mi sono sentito benissimo. Avevo un bel ritmo rispetto agli altri piloti. Per questo ho subito cercato di fare dei sorpassi".

condivisioni
commenti
Horner duro: "La Ferrari lavorava su aree sbagliate"

Articolo precedente

Horner duro: "La Ferrari lavorava su aree sbagliate"

Prossimo Articolo

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021