Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Il francese dell'AlphaTauri racconta il suo sorpasso a Sergio Perez tra la Source e l'Eau Rouge, contento del passo che ha mostrato per tutta la gara.

Gasly: "Perez mi ha praticamente schiacciato a muro!"

Nel corso del Gran Premio del Belgio andato in scena ieri a Spa-Francorchamps Pierre Gasly si è trovato con il muro a pochi millimetri dalla suo treno di gomme a destra e Sergio Perez sulla sinistra, anch'esso a un soffio dalla sua AlphaTaudi AT01.

Gasly, che ieri era in possesso di un passo gara di tutto rispetto, ha attaccato il messicano della Racing Point in uscita dalla Source, mentre entrambe le vetture erano dirette all'Eau Rouge. La manovra è stata spettacolare, ma Perez per difendersi ha stretto il francese sino a fargli sfiorare le barriere interne.

Il sorpasso, poi, è andato a buon fine, con Gasly che a fine gara ha artigliato un impensabile ottavo posto dopo aver superato entrambe le Racing Point a compimento di una rimonta davvero spettacolare.

"Onestamente pensavo fossimo ormai a muro. Non sto scherzando, io ero attaccato al muro. Non potevo più muovermi. E a un certo punto stavamo andando a 280-300 Km/h".

"Sergio mi ha davvero schiacciato e sembrava che non volesse mollare. Eravamo davvero a un soffio dal muro. Sergio è un pilota duro, lo sapevo. Il mio battito cardiaco è stato accelerato ed è andato un po' oltre quando ha iniziato a stringermi".

"Fortunatamente ero concentrato e mi sono detto: 'Non c'è modo di alzare il piede. Farò in modo che questa manovra vada bene. E così è stato'".

"Alla fine sai dov'è il limite e ti aspetti sempre rispetto da tutti. Si sa dov'è il limite e non si dovrebbe superare. In quella manovra si era al limite. Ma alla fine c'era lo spazio per una macchina sola".

Gasly è stato uno dei pochi piloti a scegliere le gomme dure per prendere il via della corsa ma, invece di faticare, ha trovato subito un grande ritmo, riuscendo ad attaccare alcuni piloti e a guadagnare posizioni.

"Devo dire che all'inizio della gara pensavo fosse un po' difficile rispetto ai miei avversari. Avevo gomme dure contro le medie dei miei avversari, ho cercato di salvaguardarle, di stare vicino a chi avevo davanti. Sono stato felice di aver conquistato posizioni al primo giro, perché francamente non me lo aspettavo".

"Mi aspettavo di soffrire nei primi 3 giri, invece è stato il contrario. mi sono sentito benissimo. Avevo un bel ritmo rispetto agli altri piloti. Per questo ho subito cercato di fare dei sorpassi".

condivisioni
commenti
Horner duro: "La Ferrari lavorava su aree sbagliate"

Articolo precedente

Horner duro: "La Ferrari lavorava su aree sbagliate"

Prossimo Articolo

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"

Sainz: "Ferrari ha tutto. Spero che sia migliore quando arriverò"
Carica commenti
Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica" Prime

Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica"

In questo nuovo video di Motorsport. com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i motivi che hanno portato il Gran Premio di Russia a regalare una qualifica sorprendente: McLaren in pole, con Norris, davanti a Sainz e Russell. Cos'ha reso questi tre piloti così veloci?

Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto" Prime

Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto"

In questa nuova puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare i vari stili di guida in occasione delle qualifiche del GP di Russia di F1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
24 set 2021
Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Formula 1
24 set 2021
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021