Gasly: "L'incidente è stato molto brutto. Colpa mia, sono andato troppo largo"

Il pilota della Red Bull ammette la propria responsabilità sull'incidente di oggi in cui ha demolito la RB15 alla Curva 9. "Però sono fiducioso, abbiamo tanti dati per migliorare la monoposto per Melbourne", ha aggiunto.

Gasly: "L'incidente è stato molto brutto. Colpa mia, sono andato troppo largo"

La giornata di test di Pierre Gasly e della Red Bull-Honda sembrava filare liscia, senza intoppi. Il francese era impegnato nella simulazione gara quando, alle 15:17, ha perso il controllo della sua Red Bull RB15 ed è finito contro le barriere esterne della Curva 9, distruggendola.

La monoposto di Milton Keynes è finita contro le barriere con il retrotreno, per poi girarsi e finire la propria corsa con il muso contro le protezioni. Il pilota è riuscito a uscire in modo autonomo dall'abitacolo della sua monoposto. Dopo aver dato un'occhiata al retrotreno della RB15, è stato trasportato al Centro Medico del Circuit de Catalunya per una visita medica di rito, poi ha fatto ritorno al box Red Bull.

Poco dopo l'incidente, Pierre si è concesso alla stampa spiegando l'accaduto. L'ex campione GP2 ha ammesso con onestà di aver commesso un errore di guida. Un brutto errore non tanto per la dinamica - è capitato a piloti molto più esperti di lui - quanto per le conseguenze che ha avuto sulla monoposto.

Leggi anche:

"Per fortuna sto bene, sono solo un po' scosso, ma ho fatto un errore alla Curva 9 e poi sapete anche voi cos'è successo. E' stato un incidente di un certo livello, uno degli incidenti più brutti che io abbia mai avuto. Per i miei meccanici sarà una notte molto lunga e sono davvero dispiaciuto per questo".

Ora Pierre dovrà essere bravo dal punto di vista mentale. Cancellare l'impatto facendo però tesoro dell'errore commesso per cercare di evitarlo in futuro. Intanto ha detto di non aver perso fiducia. Poi, ha anche spiegato l'errore che ha fatto all'ingresso della Curva 9.

"Mi sento comunque felice, ho fiducia. Ho solo fatto un errore oggi, sfortunatamente. Sono andato largo. Più o meno di 10-15 centimetri, e poi ho perso la vettura e mi sono girato".

"L'impatto è stato piuttosto grosso, ma saremo concentrati sul lavoro che abbiamo fatto nel corso dei 4 giorni. Abbiamo tanti dati da analizzare. Abbiamo una buona vettura e dobbiamo renderla migliore in vista del primo GP della stagione, a Melbourne".

Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15
1/9

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

La monoposto di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata dopo l'incidente
La monoposto di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata dopo l'incidente
2/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata
La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata
3/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
4/9

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata
La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene recuperata
5/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
6/9

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
la monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15 viene recuperata
7/9

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene riportata ai box
La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene riportata ai box
8/9

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene riportata ai box
La monoposto incidentata di Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, viene riportata ai box
9/9

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes: Stephanie Travers è la nuova Trackside Fluid Engineering di Petronas

Articolo precedente

Mercedes: Stephanie Travers è la nuova Trackside Fluid Engineering di Petronas

Prossimo Articolo

Bottas: "La Ferrari ha un pacchetto forte, ma dai test a Melbourne possono cambiare tante cose..."

Bottas: "La Ferrari ha un pacchetto forte, ma dai test a Melbourne possono cambiare tante cose..."
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021