Sicurezza stradale: Jean Todt è l'inviato speciale ONU

Il francese, già sensibile al tema come Presidente FIA, ha ricevuto l'incarico dal Segretario Generale Ban Ki-Moon

Sicurezza stradale: Jean Todt è l'inviato speciale ONU

Recentemente sopravvissuto senza danni al terribile terremoto in Nepal, dove si trovava a capo di una delegazione della FIA, Jean Todt si è tolto una grandissima soddisfazione nei giorni scorsi, soprattutto a coronamento dell'impegno di anni. È stato infatti nominato inviato speciale per la sicurezza stradale da Ban Ki-Moon, Segretario Generale dell'ONU.

In un comunicato della Federazione Internazionale dell'Automobile, si legge che "in questa veste, egli assisterà le Nazioni Unite in un'azione di mobilitazione e di impegno politico nei confronti della sicurezza stradale. Il signor Jean Todt sarà anche incaricato di sostenere e far conoscere gli strumenti giuridici a disposizione dell'ONU e volti allo scongiuramento dei rischi nella sicurezza della circolazione stradale, condividendo le buone prassi in materia, attraverso la sua partecipazione a conferenze globali e regionali sul tema. Inoltre, l'inviato speciale della Nazioni Unite si impegnerà in azioni volte al reperimento di fondi per gli sforzi di advocacy (il processo attivato da parte di un individuo o gruppo di persone che mira ad influenzare le politiche dei governi e l'allocazione delle risorse, ndr) attraverso partnership strategiche tra il settore pubblico, quello privato e le organizzazioni non governative".

Il francese, Questa nomina porterà maggiore visibilità agli sforzi che vengono compiuti per affrontare una simile 'crisi' di salute e di sviluppo, e lo farà attraverso una nuova leadership e un rinnovato slancio”.

Ma non è tutto: “Nel mio ruolo di Presidente della FIA, con il sostegno di tutti i nostri membri, la sicurezza stradale è diventata una priorità chiave. Sono stato impegnato a riunire tutte le parti interessate che lottano per questa causa. Questo mio nuovo incarico contribuirà a costruire una coalizione ancora più forte fra persone che hanno a cuore il tema della sicurezza stradale in tutto il mondo”.

condivisioni
commenti
Raikkonen a Budapest al volante della Ferrari F10

Articolo precedente

Raikkonen a Budapest al volante della Ferrari F10

Prossimo Articolo

Senna 21 anni fa: ecco la lama che ha trafitto Ayrton

Senna 21 anni fa: ecco la lama che ha trafitto Ayrton
Carica commenti
Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021
F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station Prime

F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station

Andiamo a dare uno sguardo da vicino alle prime immagini in-game di F1 2021, nuovo videogame ufficiale della Formula 1 ambientato in questa stagione

Formula 1
15 giu 2021
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

Formula 1
14 giu 2021
F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Formula 1
14 giu 2021