La Red Bull potrebbe aver violato gli accordi sui costi

La Red Bull potrebbe aver violato gli accordi sui costi

La rivelazione arriva da Max Mosley: avrebbe chiesto una deroga nell'ultimo incontro della FOTA

Nei giorni scorsi Max Mosley si è reso protagonista di una rivelazione molto interessante. All'ex presidente della FIA, infatti, sono giunte voci secondo cui pare che la Red Bull abbia speso di più rispetto a quanto stabilito dall'agreement raggiunto dalle squadre per la stagione 2010. In un'intervista rilasciata ad Auto, Motor und Sport, Mosley ha spiegato che, se così fosse, l'accordo di restrizione delle risorse avrebbe fallito il suo compito, ribadendo ancora una volta che secondo lui sarebbe stato meglio introdurre il budget cap. "L'effetto del Resource Restriction Agreement è stato minimo ed è per questo che le squadre lo hanno accettato così facilmente" ha commentato Mosley. "Mi risulta che nell'ultima riunione della FOTA la Red Bull abbia chiesto una deroga e questo può voler dire solo che ha speso più di quanto previsto dagli accordi". Quello che incuriosisce l'ex presidente federale è vedere come reagirà la concorrenza: "Sono curioso di vedere come hanno intenzione di reagire i loro rivali". In realtà però la regola è semplice: se è vero che la Red Bull ha speso di più nel 2010, dovrà spendere meno nel 2011 nella proporzione in cui ha sforato in questa stagione.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie