La FIA è pronta a rivedere nuovamente il calendario

La FIA è pronta a rivedere nuovamente il calendario

Todt risponde alla FOTA: "La proposta è stata fatta dal proprietario dei diritti commerciali"

La vicenda legata al recupero del Gp del Bahrein sta assumendo dei contorni a dir poco grotteschi: ormai sembra evidente che la preoccupazione principale di tutte le parti in causa è quella di non passare per il "cattivo" che ha messo i bastoni tra le ruote alla macchina organizzativa. Se solo un paio di giorni fa Bernie Ecclestone aveva puntato il dito contro la FIA, criticando la relazione sulla situazione in Bahrein che era stata portata al Consiglio Mondiale dal presidente della Federazione Spagnola, Carlos Gracia, ma oggi Jean Todt e la Federazione Internazionale sono passati al contrattacco. Un paio di giorni fa la FOTA, cioè l'associazione dei team, ha inviato una lettera alla FIA nella quale spiegava che, pur essendo favorevole al ritorno del Gp del Bahrein, non poteva condividere le modalità scelte per questo, con un allungamento del calendario fino a dicembre inoltrato. Oggi è arrivata la replica di Todt, che a sua volta però ha puntato il dito verso Ecclestone, spiegando che le modifiche approvate dal Consiglio Mondiale sono solo quelle proposte da Mister E. "Sotto il Patto della Concordia, la responsabilità di impostare il calendario e sottoporlo alla FIA per l'approvazione spetta esclusivamente al titolare dei diritti commerciali (art 10 e allegato 9 del Patto della Concordia). Conseguentemente, è responsabilità del titolare dei diritti commerciali eseguire tutte le verifiche necessarie prima di presentare la sua proposta di calendario al Consiglio Mondiale" ha esordito Todt. Il presidente, dunque, ci ha tenuto appunto a precisare che la proposta di modifica al calendario è stato portata dal proprietario dei diritti commerciali, quindi da Bernie Ecclestone, e che questa comunque era stata approvata anche dal responsabile dei team presente al Consiglio Mondiale, cioè Stefano Domenicali. Todt poi sottolinea come il problema non sia nuovo, ma esista dall'8 marzo, spiegando quindi che le reazioni dei team probabilmente sono state un pò tardive. Tuttavia, si è anche detto disponibile a riesanimare una nuova proposta di calendario. "Ho ascoltato le vostre obiezioni dell'ultimo minuto e ho chiesto al proprietario dei diritti commerciali di riesaminare la sua proposta di calendario e, se necessario, di ripresentare una proposta rivista al Consiglio Mondiale" ha concluso. Cliccando sull'allegato in basso potete leggere per intero la lettera di Todt.

La lettera che Jean Todt ha inviato alla FOTA

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag formula 1