Domenicali fissa l'obiettivo: "Vogliamo entrambi i titoli!"

Il team principal della Ferrari incita la squadra a portare a termine una stagione perfetta

Domenicali fissa l'obiettivo:
Quando si comincia una nuova stagione si dà ancora uno sguardo a quella appena conclusa ma, soprattutto, si danno gli obiettivi per la nuova. A farlo è il capo e, per la Scuderia Ferrari Marlboro, il compito è toccato, come avviene ormai dal 2008, a Stefano Domenicali, entrato nel suo ventesimo anno di appartenenza all’azienda di Maranello. Di un anno più vecchio è il palcoscenico per questo appuntamento: Wrooom è giunto infatti alla sua ventunesima edizione. “Nel 2010 abbiamo sfiorato il titolo Piloti con Fernando Alonso e siamo giunti terzi nel campionato Costruttori: l’obiettivo per il 2011 è molto semplice da dire quanto difficile da raggiungere, vale a dire fare un passo avanti nella classifica Conduttori e due in quello per le squadre” ha dichiarato il Team Principal della Rossa. “Questi devono essere i nostri obiettivi perché siamo la Ferrari. Per riuscirci vogliamo avere una macchina supercompetitiva da subito e che sia anche affidabile: sappiamo che dovremo essere perfetti, anche nell’interpretazione degli eventi che si possono verificare in un weekend di gara, perché in uno scenario in cui ci sono avversari così forti e numerosi questa è la condizione per poter aspirare a vincere”. La nuova monoposto verrà presentata il prossimo 28 gennaio a Maranello e poi, condizioni meteorologiche permettendo, si procederà subito ad effettuare alcune riprese promozionali (la vettura avrà una livrea caratterizzata dal nuovo logo che contraddistingue da quest’anno tutte le attività sportive svolte dalla Ferrari in prima persona) sul circuito di Fiorano prima di iniziare i quindici giorni di test precampionato previsti dal regolamento, il primo febbraio sul circuito di Cheste (Valencia). Il primo pilota al volante sarà Alonso, che cederà il terzo giorno il volante della monoposto al compagno di squadra Felipe Massa. “La macchina che vedrete in occasione del lancio a Maranello sarà molto diversa da quella che debutterà il 13 marzo in Bahrain” ha proseguito Domenicali. “Noi, come del resto penso faranno anche gli altri, continueremo a sviluppare la vettura fino all’ultimo giorno disponibile”. Il test di Valencia segnerà anche il debutto di Pat Fry nel nuovo ruolo di responsabile dell’ingegneria di pista, una funzione che si aggiunge a quelle già affidate al Vicedirettore Tecnico della Scuderia. “Da diverso tempo pensavamo di migliorare la squadra in alcune aree quindi questa decisione non è stata presa d’impulso dopo quello che era successo ad Abu Dhabi, semmai c’è stata solamente un’accelerazione” ha spiegato Domenicali. “A Pat spetterà la responsabilità di gestire tutte le attività in pista sia dal punto di vista tecnico che per quanto riguarda i piloti. Per farlo nella maniera più efficace, insieme agli ingegneri di pista, avrà anche il supporto degli strumenti che saranno predisposti e migliorati da un nuovo ente che abbiamo creato all’interno della Direzione Tecnica, denominato Sviluppo Strategie Operazioni, affidato ad un nuovo arrivato, Neil Martin. Questo reparto avrà anche il compito di migliorare l’integrazione fra simulatore, galleria del vento e ufficio tecnico. Non ci saranno altri cambiamenti”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie