Alonso: "Il quinto posto non è la fine del mondo"

Lo spagnolo vede il bicchiere mezzo pieno anche se partirà dietro ai suoi rivali

Alonso:
E’ stata una qualifica sicuramente inferiore alle aspettative per la Scuderia Ferrari Marlboro che vedrà le sue monoposto schierarsi in quinta e nona posizione sulla griglia di partenza del Gran Premio del Brasile, rispettivamente con Fernando Alonso e Felipe Massa. “Sapevamo che con condizioni meteorologiche come quelle previste per oggi sarebbe stata una qualifica particolarmente complicata e così è stato” – ha commentato Stefano Domenicali – “Peccato per un risultato che non rispecchia né le nostre speranze né il nostro potenziale. Rammarico a parte, dobbiamo ricordarci che i punti si assegnano la domenica: lo abbiamo detto dopo una buona qualifica, lo ripetiamo anche oggi. I nostri avversari diretti sono lì davanti a noi e sta a loro attaccare. Noi dovremo cercare di fare una gara giudiziosa e raccogliere il massimo dei punti possibili, puntando su un ritmo di gara che, per quanto si è visto ieri, è competitivo con i migliori. Tante volte quest’anno il verdetto delle qualifiche è stato ribaltato in gara, dove spesso la musica è molto diversa. Dobbiamo rimanere concentrati: affidabilità, strategia, lavoro ai box e in pista saranno come sempre decisivi. Infine voglio fare i complimenti ad un giovane pilota come Nico Hulkenberg, alla sua prima pole della carriera, e alla sua squadra, la Williams”. Felipe Massa:Sicuramente oggi le condizioni non erano facili e la pista cambiava continuamente. Sul bagnato, con le intermedie, riuscivo a fare dei tempi discreti ma quando abbiamo messo le morbide e l’asfalto era ancora umido allora ho avvertito subito la mancanza di aderenza che ha condizionato alla fine la mia prestazione. Del resto, è tutto l’anno che faccio fatica a mandare in temperatura le gomme e l’asfalto così umido non era certo d’aiuto. Un peccato, perché non sono riuscito a lottare per le prime posizioni come speravo e volevo per dare ai tifosi brasiliani un bel risultato. E’ sempre emozionante correre qui davanti a questo pubblico fantastico. La corsa dovrebbe essere sull’asciutto quindi con un asfalto ben diverso da quello di oggi pomeriggio. Ieri Fernando era molto veloce sulla distanza e credo che potremo avere l’opportunità di rimontare delle posizioni. Congratulazioni a Nico per la sua prima pole: sono sicuro che sarà al settimo cielo”. Fernando Alonso:Il quinto posto non è la fine del mondo. Tante volte quest’anno le due Red Bull ci sono state davanti e anche la McLaren di Hamilton è sempre stata in lotta con noi per il terzo posto. Oggi c’è stata la sorpresa Hulkenberg che è stato l’unico a fare un giro pulito in Q3: tutti gli altri, me compreso, non sono stati altrettanto bravi, anche perché la traiettoria asciutta era veramente stretta e bastava mettere le gomme dieci centimetri fuori per perdere tantissimo tempo. Con queste condizioni c’era molto da perdere e poco da guadagnare: sarebbe bastata una scelta sbagliata per finire fuori già prima di arrivare all’ultima parte della sessione. Domani in gara dovremo cercare di mettere a frutto i nostri punti di forza, in particolare il passo di gara: se sapremo gestire bene le gomme magari nel finale potremmo avere un vantaggio. Anche la partenza sarà importante: noi proveremo a guadagnare delle posizioni ma con un occhio a quello che faranno anche i nostri avversari visto che anche per loro sarà un momento cruciale. Da un punto di vista della strategia è chiaro che la presenza di Hulkenberg in pole introduce una variante inaspettata. L’obiettivo principale di questo fine settimana è di aumentare il vantaggio su Webber per arrivare ad Abu Dhabi con maggior tranquillità; se non fosse possibile, allora cercheremo di limitare i danni”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie