Il referendum all'Eur dice no al Gp a Roma

Il referendum all'Eur dice no al Gp a Roma

Flammini non sembra preoccupato: "Problemi nella terza domenica di agosto? Non scherziamo!"

La macchina organizzativa continua ad andare avanti, ma le polemiche riguardo alla possibile realizzazione di un Gp di Formula 1 cittadino a Roma non ne vogliono sapere di placarsi. Ieri infatti sono stati resi noti gli esiti del referendum proposto dal Partito Democratico per permettere ai cittadini dell'Eur, il quartiere che dovrebbe ospitare la corsa, di dare la loro opinione riguardo alla fattibilità dell'evento e agli eventuali disagi che causerebbe. I votanti sono stati poco più di 2.000 ed i pareri purtroppo sono stati decisamente contrari alla cosa. Basta pensare che l'85% dei votanti pensa che gli svantaggi sarebbero superiori ai vantaggi, che il 90% teme che il quartiere possa peggiorare e che addirittura il 93% ha paura dell'aumento del traffico ambientale ed acustico. Numeri che tuttavia non sembrano preoccupare il promotore dell'iniziativa, Maurizio Flammini: "Gli abitanti dell'Eur che protestano sono una minoranza. Anche il referendum del Pd è stato pensato per dare voce a chi dice no al Gp, non a chi è favorevole". Secondo lui sono assurdi anche i discorsi sull'aumento del traffico: "Nella terza domenica di agosto? Non scherziamo".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie