Horner: "Basta parlare della nostra ala anteriore!"

Tra McLaren e Red Bull sembra essersi innescata una polemica a distanza sull'argomento

Horner:
Dal Gp d'Australia ad oggi non si è fatto altro che parlare della famigerata "ala strisciante" anteriore delle Red Bull RB7. Tutti hanno provato a dare la loro opinione su questa soluzione trovata dalla scuderia di Milton Keynes per aumentare il carico aerodinamico della vettura, ma ora Christian Horner sembra essersi stancato di sentire parlare di presunte irregolarità. L'ultimo a puntare il dito verso le monoposto di Sebastian Vettel e Mark Webber è stato Jenson Button, che oggi nel paddock di Sepang si è lasciato scappare una dichiarazione piuttosto sibillina: "Non conosco i dettagli tecnici, ma ho parlato con diverse persone che sostengono che l'ala anteriore flette maggiormente rispetto a quanto è consentito dalle norme". La replica di Horner è parsa piuttosto seccata: "Diciamo che prendiamo tutte queste voci di irregolarità come un complimento al nostro ottimo lavoro" ha esordito. "Semplicemente, però, l'angolo di inclinazione della nostra vettura è maggiore rispetto a quello della altre, quindi nella parte anteriore sembra più bassa. La nostra ala però è stata esaminata davvero tante volte, risultando conforme al regolamento". Ed ecco che arriva la stoccata nei confronti della McLaren: "Fortunatamente noi non dobbiamo superare le verifiche della McLaren, ma quelle imposte dalla Federazione, e lo ha abbiamo sempre fatto fino ad oggi" ha concluso.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto elettrica