Lotus Renault: chi può prendere il posto di Kubica?

Lotus Renault: chi può prendere il posto di Kubica?

I nomi caldi sarebbero cinque: Grosjean, Senna, Liuzzi, Hulkenberg ed Heidfeld

"E' un pò indecente parlare di questo in questo momento". Con queste parole Eric Boullier, team principal della Lotus Renault, ha liquidato chi gli chiedeva se all'interno della squadra di Enstone stavano già pensando ad un nome per il sostituto di Robert Kubica. Oggi Boullier ed il compagno di squadra Vitaly Petrov raggiungeranno Pietra Ligure per stare accanto allo sfortunato pilota polacco, ma forse da domani dovrà realmente iniziare la caccia ad un sostituto, anche perchè all'inizio del mondiale manca solo poco più di un mese. Inoltre, se non ci sono certezze su un suo ritorno futuro, l'unica cosa che al momento pare garantita è che Robert è out per la stagione 2011. Una stagione che Gerard Lopez, grande capo del team, e soci avevano presentato come quella della riscossa, con la voglia di tornare alla vittoria, ovviamente spinti dall'entusiasmo e dal talento del polacco. Non sarà facile però ora trovare un sostituto valido, perchè sulla piazza non c'è molto a disposizione. Lotus Renault ha già altri cinque piloti sotto contratto, ma probabilmente nessuno di questi può essere considerato all'altezza della situazione. Escludendo a priori le candidature di Jan Charouz, Ho Pin Tung e Fairuz Fauzy, forse l'unico che potrebbe avere una chance è Romain Grosjean. Il francese conosce già la squadra, avendo disputato alcuni Gp nel 2009, ma in quell'occasione però non si era dimostrato ancora pronto per la Formula 1, finendo per essere costantemente bastonato da Fernando Alonso e provocando spesso incidenti che hanno fatto discutere. L'ultimo nome di questo elenco è quello di Bruno Senna. Un'ipotesi sicuramente suggestiva dal punto di vista del marketing, ma non troppo da quello delle prestazioni. Non bisogna dimenticare che nel 2010, pur con la scusante di una vettura lenta come la HRT, il brasiliano è stato spesso e volentieri dietro al compagno di squadra Karun Chandhok. Le candidature più interessanti, dunque, sembrano essere quelle esterne, con tre nomi che possono essere considerati in prima linea: Vitantonio Liuzzi, Nico Hulkenberg e Nick Heidfeld. L'italiano è rimasto senza un volante dopo che la Force India ha deciso di puntare sull'esordiente Paul di Resta, caldeggiato dalla Mercedes che fornisce i motori alla squadra di Vijey Mallya. Con la sua esperienza, Tonio potrebbe essere il "traghettatore" ideale se veramente ci fosse una possibilità di vedere il ritorno di Kubica in futuro. Hulkenberg si è invece recentemente legato proprio alla Force India, ottenendo il ruolo di terzo pilota. Il suo manager però è quella vecchia volpe di Willi Weber, uno che accanto a Michael Schumacher ne ha viste tante. E' facile ipotizzare quindi che Weber proverà a sondare il terreno per capire se c'è la possibilità di far rientrare nel giro il suo assistito, appiedato dalla Williams dopo una stagione d'esordio positiva per fare spazio a Pastor Maldonado. Infine, come detto, non bisogna sottovalutare il nome di Nick Heidfeld, anche perchè era stato più volte accostato alla squadra di Enstone negli ultimi mesi. Il tedesco è un pò considerato come un'opera incompiuta, in quanto tutto l'ambiente gli riconosce un grande talento, che però non è mai riuscito ad esprimere al massimo. Anche lui però può vantare una grande esperienza, anche in squadre di vertice come la Williams e la BMW, ma soprattutto conosce benissimo gli pneumatici della Pirelli, essendone stato uno degli artefici dello sviluppo.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie