Chiarite le norme sul DRS in bandiera gialla

La FIA può decidere di disabilitarlo. In caso contrario i piloti devono dimostrare di aver rallentato

Chiarite le norme sul DRS in bandiera gialla
Per evitare di incappare nuovamente in situazioni simili a quella capitata a Michael Schumacher a Valencia, nel corso del weekend di Silverstone la FIA ha deciso di chiarire con i piloti le norme relative all'utilizzo del DRS in regime di bandiera gialla. Sul cittadino spagnolo, infatti, il 7 volte campione del mondo è stato pizzicato con l'ala posteriore mobile aperta in un tratto di pista dove erano presenti le indicazioni di pericolo. Situazione che aveva provocato le ire di Mark Webber che lo seguiva da vicino, costringendo i commissari ad aprire un'indagine sulla vicenda. Nel dopo gara Schumi però è riuscito a dimostrare di aver alzato il piede e di aver anche disattivato il dispositivo non appena si è accorto delle bandiere gialle e quindi tutto si è risolto con la sua assoluzione. Stando a quanto riporta Autosport, nel briefing con i piloti del Gp di Gran Bretagna, il direttore di gara Charlie Whiting ha spiegato che d'ora in avanti in queste situazioni piloti dovranno principalmente dimostrare di aver rallentato e che l'eventuale uso di DSR o KERS sarà subordinato a questo primo punto. Tuttavia, è stata istituita anche un'altra novità importante: nel caso in cui la segnalazione di bandiera gialla nell'arco della gara dovesse interessare la "DRS Zone", allora la FIA potrà disabilitare l'utilizzo del dispositivo fino a quando non sarà risolta la situazione di pericolo. E a Silverstone, pur non essendo stata evidenziata troppo, questa situazione si è già verificata in occasione dell'incidente tra Pastor Maldonado e Sergio Perez, quando l'uso del DRS è stato disabilitato fino a quando non è stata rimossa la Sauber del pilota messicano.
condivisioni
commenti
Montezemolo: "A Silverstone un risultato importante"
Articolo precedente

Montezemolo: "A Silverstone un risultato importante"

Prossimo Articolo

Ufficiale: Webber ha rinnovato con Red Bull per il 2013

Ufficiale: Webber ha rinnovato con Red Bull per il 2013
Carica commenti
F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali Prime

F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali

La Mercedes è protagonista di questa nuova puntata de Il Primo degli Ultimi. Al team di Brackley viene imputata la mancanza di coraggio e di voglia di osare, figlia di chi è abituato ad anni di dominio incontrastato e ora che vede un mondiale scivolargli tra le dita, non vuole andare oltre ciò che dicono i dati per paura di rischiare troppo

Formula 1
26 ott 2021
Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse" Prime

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse"

Il Gran Premio degli Stati Uniti ha regalato tante sorprese e delusioni. In questo nuovo video di Motorsport.com, ecco i voti ai piloti stilati e commentati da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
26 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Formula 1
25 ott 2021
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021