F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Force India: scopriamo le molte novità della VJM11 che è un'evoluzione spinta

condivisioni
commenti
Force India: scopriamo le molte novità della VJM11 che è un'evoluzione spinta
Di: Giorgio Piola
14 set 2018, 09:23

A Singapore la squadra di Silverstone ha portato una serie di modifiche interessanti che riguardano bargeboard, supporti degli specchietti, fondo, diffusore e ala posteriore.

La Racing Point Force India ha deliberato per Singapore una sorta di VJM11 spec B tante sono le modifiche che sono state introdotte sulle monoposto rosa di Esteban Ocon e Sergio Perez. Alcune soluzioni sono un adattamento della macchina alla pista di Marina Bay, ma la maggioranza sono il frutto del lavoro che era stato bloccato per la mancanza di risorse economiche nell'ultima fase della gestione Mallya, mentre non appena il team di Silverstone è passato nelle mani della cordata finanziaria capeggiata da Lawrence Stroll la musica è subito cambiata.

I cambiamenti più evidenti si possono osservare nell'area delle bargeboard: l'attacco di questo elemento al telaio ora si affida a un profilo a ponte seguendo un concetto che è stato instaurato sulla McLaren MCL33. Lo specchietto retrovisore non dispone più di tre supporti, ma si poggia sui due elementi che fanno da deviatori di flusso sulle pance, mentre è scomparso quello più tradizionale che si attaccava alla scocca.

Racing Point Force India, dettaglio del bargeboard

Racing Point Force India, dettaglio del bargeboard

Photo by: Giorgio Piola

Scendendo più in basso, sotto al bordo d'entrata rialzato del fondo si notano sei elementi verticali che devono pettinare il flusso diretto al diffusore posteriore in luogo dei soliti tre. In questa immagine non si vedono, ma sono cambiati anche i soffiaggi nell'estensione laterale del T-tray.

Racing Point Force India, dettaglio del fondo

Racing Point Force India, dettaglio del fondo

Photo by: Giorgio Piola

La Force India ha portato anche un fondo tutto nuovo che è caratterizzato dal lungo soffiaggio longitudinale che segue il bordo d'entrata dai deviatori di flusso ai lati delle pance e arriva fino ai due elementi verticali che sono perpendicolari al senso di marcia. Non manca un vistoso slot davanti alla ruota posteriore che lavora insieme alla bavetta verticale per ridurre gli effetti del tyre squirt.

Racing Point Force India, dettaglio dell'ala posteriore

Racing Point Force India, dettaglio dell'ala posteriore

Photo by: Giorgio Piola

Nuovo è anche l'alettone posteriore caratterizzato da un profilo principale a corda molto lunga con una svergolatura verso l'alto nella parte centrale. Le paratie laterali, invece, sono lineari se non per i soffiaggi orizzontali nella parte alta. Non manca la T-wing bassa attaccata alla deriva verticale del cofano motore.

Racing Point Force India, dettaglio del nuovo diffusore posteriore

Racing Point Force India, dettaglio del nuovo diffusore posteriore

Photo by: Giorgio Piola

Modificato anche il diffusore posteriore con i tre elementi sul bordo di uscita che, specie nei brdi esterni, hanno andamenti completamente diversi.

Prossimo articolo Formula 1
Nicolas Todt: "La forza di Leclerc sta nella testa, sotto pressione rende di più!"

Articolo precedente

Nicolas Todt: "La forza di Leclerc sta nella testa, sotto pressione rende di più!"

Prossimo Articolo

Verstappen: "Vedendo Ocon che starà a piedi ho fatto bene a non legarmi a una Casa"

Verstappen: "Vedendo Ocon che starà a piedi ho fatto bene a non legarmi a una Casa"
Carica commenti