Force India: Mallya furioso nel sentire parlare di dimissioni

Il team principal e amministratore delegato della Force India rimane al comando della squadra di Silverstone, smentendo le voci che lo davano fuori dopo aver lasciato la presidenza della United Spirits.

Vijay Mallya, team principal e amministratore delegato della Force India, non ha alcuna intenzione di lasciare il timone della squadra di Formula 1, pur essendosi dimesso dalla presidenza della United Spirits.

La scorsa settimana, il magnate indiano aveva annunciato le dimissioni dal suo ruolo alla USL, dopo che è stato raggiunto un accordo con Diageo. Questa notizia ha scatenato le voci secondo le quali non sarebbe più il proprietario di parte del team di Silverstone.

Tuttavia, il manager 60enne ha smentito tutte le dicerie…
"Nulla è cambiato in Force India. Rimango tanto il team principal che il direttore generale", ha detto Mallya la Press Trust of India.

"Se si accende un mutuo, si danno alcune azioni come garanzia. Questo non significa che la proprietà sia cambiata”.

"Diageo, quindi, potrebbe delle mie azioni a garanzia, ma la proprietà non è cambiata. Non capisco perché si stia facendo tutto questo parlare".

"L’attività in Formula 1 non ha nulla a che fare con la mia uscita da United Spirits. Non c’è alcun collegamento fra le due cose. Alla Force India non è cambiato niente nella divisione delle quote".

Ad avere il controllo del team è la Watson Ltd, una società britannica, che nulla a che fare con la USL: Mallya detiene ancora il 42,5% delle azioni della Force India, un altro 42,5% è della Sahara e il restante 15% è di proprietà della famiglia Mol.

Sahara, tuttavia, come è stato già riportato all'inizio di questo mese, deve cedere la sua quota nella squadra, anche se non ha ancora trovato un acquirente qualificato.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Team Force India
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag mallya