F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Force India: il profilo dell'ala posteriore diventa quasi piatto

La Force India dopo il terzo posto di Perez a Montecarlo cerca una conferma sul veloce tracciato di Montreal: per migliorare la velocità massima è stato proposta un'ala posteriore molto scarica.

Dopo il brillante terzo posto di Sergio Perez a Montecarlo, la Force India è in cerca di conferme sulla bontà della VJM09 Spec B che ha fatto il suo debutto in Spagna.

La monoposto di Silverstone a Montreal ha portato un adeguamento del pacchetto aerodinamico alle caratteristiche del tracciato canadese: l'ala posteriore è quella da basso carico con il profilo principale quasi piatto, con un bordo d'entrata incurvato in modo particolare nella porzione centrale.

E' interessante mettere in evidenza quanto si sia ridotta la supeficie del mainplane: normalmente l'attacco del profilo alla paratia laterale è molto più in basso, in prossimità dell'incavatura curvilinea della bandella.

E' stato modificato anche il flap mobile che ha un'altezza sensibilmente ridotta, mentre è stato mantenuto il nolder che è meno profilato, mentre è più grande la V al centro per aumentare l'efficienza aerodinamica. La paratie laterali, invece, restano quelle che avevamo visto nei precedenti appuntamenti.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Canada
Circuito Circuit Gilles-Villeneuve
Piloti Nico Hulkenberg , Sergio Perez
Team Force India
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola