E' Briatore il "burattinaio" di Webber

Dietro alle recenti dichiarazioni pepate di Mark ci sono i consigli del manage piemontese

E' Briatore il
Flavio Briatore era a Silverstone con un pass VIP consegnato da Bernie Ecclestone. Il manager piemontese non è più visto nel Circus come il "male assoluto" dopo essere stato coinvolto nel caso Singapore insieme a Pat Symonds e Nelson Piquet jr. Flavio continua a seguire i suoi piloti: oltre a curare in parte anche Fernando Alonso è sempre il manager di Mark Webber. E proprio il cambiamento di atteggamento adottato dal pilota asutraliano con la stampa, secondo i più acuti osservatori, sarebbe dovuto allo zampino di Briatore. Il piemontese, abilissimo nella comunicazione, starebbe imbeccando Webber sul come tenere sulla corda una squadra come la Red Bull Racing, tendenzialmente favorevole a Sebastian Vettel. Mark è sempre stato un pilota taciturno, mai disposto alle sparate, ma da qualche tempo è diventato un personaggio non solo perché è in lotta per il titolo iridato piloti, ma anche perché offre spunti polemici alla stampa che lo hanno reso molto simpatico al grande pubblico. L'australiano, poi, è sempre attento a non strappare il filo che lo lega alla Red Bull Racing, cercando una mediazione con il team principal, Christian Horner, mentre mostra una certa freddezza nei confronti Sebastian Vettel, che rispetta come avversario, ma non considera amico.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber
Articolo di tipo Ultime notizie