FIA: ecco il report sulle cause dell'incendio di Grosjean

La Federazione Internazionale ha rese note le cause che hanno determinato il violento incendio del Bahrain ed ha suggerito le misure da adottare per migliorare la sicurezza in futuro.

FIA: ecco il report sulle cause dell'incendio di Grosjean

Il dipartimento di sicurezza della FIA ha completato l’indagine sull'incidente avvenuto in Bahrain il 29 novembre 2020 quando Romain Grosjean si è schiantato contro le barriere di protezione 180 metri dopo il vertice della curva 3.

Nel corso dell’indagine sono state effettuate interviste con le persone coinvolte, l'ispezione delle prove fisiche, l'analisi del materiale video disponibile, così come l'esame dei dati della telemetria dell'auto e degli accelerometri posizionati nell’orecchio del pilota.

L'obiettivo dell'indagine è stato quello di identificare i fattori che hanno portato all'incidente, così come altri fattori esterni che non hanno influito sulla gravità dell’accaduto, ma che potranno fornire comunque preziosi insegnamenti utili alla FIA per migliorare la sicurezza negli sport motoristici.

L’analisi

Nel corso il giro di apertura del GP del Bahrain l'auto di Romain Grosjean stava viaggiando a 241 km/h quando ha perso il controllo all'uscita della curva 3 in seguito al contatto tra la sua ruota posteriore destra con la ruota anteriore sinistra della monoposto di Daniil Kvyat durante il tentativo di passare dal lato sinistro a quello destro della pista.

Il contatto tra le due vetture ha fatto sollevare la parte posteriore dell’auto di Romain Grosjean, costringendola ad una imbardata a destra per poi proseguire, ormai fuori controllo, nella via di fuga posta in uscita di curva 3.

L'auto di Romain Grosjean ha impattato la barriera a triplo guard rail ad una velocità di 192 km/h, con un angolo di 29 gradi, ed ha subito una decelerazione pari  a 67g. In seguito al cedimento della rotaia centrale della barriera, e alla deformazione significativa delle rotaie superiore e inferiore, la cellula di sopravvivenza è stata in grado di perforare il guard rail per poi arrestarsi nella zona retrostante.

L'auto ha subito danni importanti durante l'impatto, compresa la separazione del gruppo propulsore dalla cellula di sopravvivenza, mentre l'equipaggiamento di sicurezza del pilota, tra cui casco, HANS e imbracatura di sicurezza, oltre alla cella di sopravvivenza, al sedile, al poggiatesta ed all’Halo hanno funzionato secondo le loro specifiche sia nel proteggere lo spazio di sopravvivenza del pilota che nel gestire le forze applicate allo stesso durante l'impatto.

La batteria ad alta tensione dell'Energy Recovery System (ERS) è stata significativamente danneggiata, con alcune parti che sono rimaste collegate con il gruppo propulsore e altre che sono rimaste attaccate alla cellula di sopravvivenza.

L’incendio è divampato negli ultimi istanti dell'impatto con la barriera, partendo dalla parte posteriore della cellula per poi progredire verso l’abitacolo dove era ancora presente Grosjean.

I soccorsi

L'auto medica della FIA è arrivata 11 secondi dopo l’incidente, un tempo ottenuto in parte grazie al fatto che è stata presa una "scorciatoia" per evitare la curva 1, dimostrando sia la conoscenza del circuito locale che la pre-pianificazione.

Il dottor Ian Roberts, il pilota dell'auto medica, Alan van der Merwe, ed un medico locale hanno fornito assistenza immediata a Grosjean.

Ian Roberts è andato immediatamente sul luogo dell'incidente e ha incaricato un marshal di azionare l'estintore verso l'abitacolo dove ha identificato Romain Grosjean che cercava di uscire, mentre Alan Van der Merwe ha recuperato un estintore dalla parte posteriore della Medical Car.

Romain Grosjean è stato in grado di uscire da solo da ciò che restava della sua monoposto dopo 27 secondi ed ha riportato ustioni ai dorsi di entrambe le mani. Dopo un esame iniziale da parte del personale della Medical Car, è stato trasportato in ambulanza al centro medico del circuito e successivamente è stato trasportato in elicottero al Bahrain Defence Force Hospital per ulteriori valutazioni e trattamenti.

Grosjean È stato dimesso dall'ospedale dopo tre giorni, il 2 dicembre 2020.

I provvedimenti per il 2021

Nel 2020, il Dipartimento Sicurezza della FIA ha condotto indagini su 19 incidenti significativi legati alle corse in circuito, con il supporto dell'ASN (Autorità Sportiva Nazionale) in ogni Paese. La federazione sta lavorando per migliorare la sicurezza in queste aree:

Vettura

  • Regolamentazione della geometria anteriore delle celle di sopravvivenza, più prove di carico aggiuntive in quell'area;
  • Revisione dei regolamenti esistenti riguardanti gli specchietti retrovisori;
  • Revisione dei requisiti di montaggio del piantone dello sterzo;
  • Revisione del regolamento e dei requisiti di omologazione per il montaggio dei poggiatesta;
  • Analisi del montaggio della power unit;
  • Progetto di ricerca in corso: cavi di ritenuta delle ruote;
  • Revisione del design delle installazioni serbatoio del carburante in tutte le categorie monoposto FIA.

Inoltre, il Dipartimento Sicurezza della FIA sta anche pianificando ulteriori progetti di ricerca come:

  • Opzioni per i sistemi di allarme di prossimità e gli aiuti elettronici alla visibilità;
  • Aggiornamenti per migliorare le prestazioni di impatto delle barriere guardrail esistenti;
  • Ricerca di nuovi sistemi di barriere maggiormente efficaci in un più condizioni di impatto;
  • Ricerca per valutare gli attuali mezzi di estinzione del fuoco, le attrezzature antincendio e i dispositivi di protezione personale e valutare le nuove tecnologie.
condivisioni
commenti
Williams FW43B: la terza via con la power unit Mercedes
Articolo precedente

Williams FW43B: la terza via con la power unit Mercedes

Prossimo Articolo

Pirelli rimarrà fornitore unico in F1 fino al 2024

Pirelli rimarrà fornitore unico in F1 fino al 2024
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021