Ferrari: tocca a Leclerc iniziare i test Pirelli al Paul Ricard, domani ci sarà Vettel

condivisioni
commenti
Ferrari: tocca a Leclerc iniziare i test Pirelli al Paul Ricard, domani ci sarà Vettel
Di: Franco Nugnes
20 set 2018, 09:00

Il monegasco è stato convocato da Maurizio Arrivabene a prendere confidenza sulla SF71H con le gomme 2019 che la Pirelli sta sviluppando al Castellet. Con la Rossa girerà anche la Mercedes di Bottas in un confronto che si presenta interessante.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Charles Leclerc, Sauber
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Tocca a Charles Leclerc iniziare per la Ferrari il lavoro di rifinitura delle gomme 2019 che la Pirelli sta provando al Paul Ricard. Il giovane monegasco, dopo che è stato ufficializzato pilota titolare della Scuderia per la prossima stagione, è stato chiamato da Maurizio Arrivabene per effettuare sulla SF71H il primo dei due giorni di test sul circuito francese di Le Castellet. Il conduttore preso in "prestito" dall'Alfa Romeo Sauber così ha l'occasione di scoprire quali sono i prodotti slick che la Casa milanese sta sviluppando per la prossima stagione.

Il gesto del team principal del Cavallino è particolarmente apprezzabile visto che il giovane cresciuto nella FDA viene messo alla pari con Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo sarà impegnato in pista domani e il tedesco completerà il lavoro di definizione delle costruzioni che dovranno essere deliberate alla FIA il 1 ottobre.

Oltre alla Ferrari nei test Pirelli c'è anche una Mercedes che il team leader del mondiale ha affidato a Valtteri Bottas. Il finlandese è stato incaricato dell'intero lavoro di sviluppo, lasciando libero Lewis Hamilton che non gradisce i collaudi. Un piccolo vantaggio per Sebastian che non si è mai tirato indietro nel collaborare con i tecnici della Bicocca, rispetto all'inglese certamente più refrattaria a salire sulla freccia d'argento quando non si tratta di un weekend di Gran Premio.

Prossimo articolo Formula 1
Vettel non si arrende: "Posso ancora diventare campione del mondo e mi piacerebbe chiedere consigli a Schumi"

Articolo precedente

Vettel non si arrende: "Posso ancora diventare campione del mondo e mi piacerebbe chiedere consigli a Schumi"

Prossimo Articolo

Retroscena Mercedes: il passo lento di Lewis nel primo stint era studiato

Retroscena Mercedes: il passo lento di Lewis nel primo stint era studiato
Carica commenti