F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: studiata l'influenza dell'Halo sulla portata dell'airbox

I sei piccoli tubi di Pitot montati nella presa dinamica della SF70H di Raikkonen servivano a raccogliere i dati sull'impatto negativo che l'Halo potrebbe avere sull'alimentazione del motore e sul raffreddamento della power unit.

Alla Ferrari non succede mai niente per caso: i sei piccoli tubi di pitot montati al centro della presa d’aria dinamica della SF70H di Kimi Raikkonen sono serviti per valutare quale sia l'impatto aerodinamico dell'Halo sull'alimentazione della power unit.

Il pilota finlandese nell'installation lap della prima sessione di prove libere ha girato con la nuova protezione della testa che l'anno prossimo sarà obbligatoria sulle monoposto 2018. Il disegno del "diadema" è già stato rivisto affinché abbia la minore resistenza all'avanzamento possibile.

Due sensori erano stati sistemati anche all’interno della bocca che si trova sotto all’airbox ed è utile a raffreddare alcuni elementi della power unit.

La FIA, infatti, stante la struttura di sicurezza dell'Halo che dovrà essere identica per tutti i team, è intenzionata a lasciare un grado di libertà di 2 mm per consentire ad ogni squadra di adattare la protezione della testa al progetto della propria monoposto.

Il test di oggi, quindi, era finalizzato a raccogliere tutti i dati affinché la portata d'aria della presa dinamica del motore non venga penalizzata dall'Halo...

Ferrari SF70H, air box
Ferrari SF70H: ecco i tubi di pitot nell'airbox

Photo by: Giorgio Piola

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Singapore
Sub-evento Giorgio Piola, analisi tecnica
Circuito Singapore Street Circuit
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Analisi
Tag ferrari, piola
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola