Ferrari: solo un giro per Vettel con lo Shield sulla SF70H

Il pilota tedesco ha fatto solo un installation lap con il cupolino nel primo turno di libere del GP di Gran Bretagna. Vettel non è rimasto troppo soddisfatto della visibilità nella parte centrale dello Shield, mentre è più facile uscire dal cockpit.

Ferrari: solo un giro per Vettel con lo Shield sulla SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H with cockpit shield
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H with cockpit shield
Jo Bauer, FIA Safety Delegate in the Ferrari garage
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H con il dispositivo shield installato sulla sua monoposto
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H con il dispositivo shield installato sulla sua monoposto

Sebastian Vettel ha fatto solo un giro con la Ferrari dotata dello Shield: il pilota tedesco è stato incaricato dalla FIA di effettuare il primo test con lo Scudo che dovrebbe prendere il posto dell'Halo come protezione aggiuntiva dell'abitacolo. Seb si è limitato a percorrere l'installation  lap prima di rientrare in pit lane per consentire lo smontaggio della soluzione e per dare i suoi primi commenti.

I responsabili della sicurezza della FIA hanno seguito con grande attenzione la prima uscita del cupolino realizzato con nateriale infrangibile che è stato montato davanti al cockpit della SF70H: nel box del Cavallino c'erano Marcin Budkowski, Jo Bauer e Laurent Mekies.

Il primo parere di Vettel non sarebbe stato entusiasmante: secondo il leader del mondiale 2017 la visibilità al centro del cupolino, dove si registra la massima curvatura dello Shield, non sarebbe ideale creando alcune difficoltà a chi guida.

Va detto che il cupolino è molto più stretto rispetto al parabrezza che viene montato sui Prototipi della Classe LMP1 e LMP2 del WEC e pertanto sarà necessario lavorare ancora su questa soluzione se si vuole adottare lo Shield sulle monoposto del prossimo anno.

Visto come è andato il test è facile pronosticare un rinvio, per dare modo ai tecnici di sviluppare il concetto che dal punto di vista puramente estetico ha riscosso maggiore considerazione di quanto fosse state raccolta da Halo e Aeroscreen.

Lo Shield non ha creato grandi problemi al pilota tedesco per uscire dall'abitacolo: almeno in questo aspetto pare rappresenti un importanto passo avanti...

condivisioni
commenti
Raikkonen: "Non sono contento, basterà per la riconferma?"

Articolo precedente

Raikkonen: "Non sono contento, basterà per la riconferma?"

Prossimo Articolo

Silverstone, Libere 1: Bottas esalta la Mercedes, Ferrari in difficoltà

Silverstone, Libere 1: Bottas esalta la Mercedes, Ferrari in difficoltà
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021