Ferrari: Shwartzman e Fuoco promossi nei test di Abu Dhabi

La Scuderia ha schierato due SF1000 nei test di Abu Dhabi: il 21enne russo ha fatto il suo debutto in una sessione ufficiale di F1 e ha preso confidenza con la Rossa, completando la distanza di due GP senza grossi problemi. L'italiano, invece, ha svolto un lavoro più mirato alla correlazione fra il simulatore e la vettura reale, portando a casa una marea di dati che saranno utili nello sviluppo della monoposto 2021.

Ferrari: Shwartzman e Fuoco promossi nei test di Abu Dhabi

La Ferrari ha completato il programma che era previsto nei test di Abu Dhabi. Da una parte si è assistito al debutto di Robert Shwartzman e dall’altra c’è stata la presa di contatto con la realtà di Antonio Fuoco, pilota del simulatore di Maranello. I due hanno concluso la giornata mettendo insieme una distanza di quattro GP sulle due SF1000 schierate a Yas Marina.

Shwartzman era alla sua prima uscita in una sessione ufficiale di Formula 1 dopo il test svolto nell’ambito del progetto #RoadToF1 di FDA lo scorso 30 settembre quando il russo, con Schumacher Ilott, si era alternato al volante di una SF71H sulla pista di Fiorano.

Il21enne di San Pietroburgo, a bordo della SF1000 numero 35, ha man mano preso confidenza con la vettura, mettendo insieme un totale di 129 giri (la distanza di oltre due Gran Premi) con gomme di mescola C4 e C5. Il miglior tempo personale è stato 1’38”157, ottenuto nell’ultima ora in configurazione da qualifica e pneumatici Soft (C5), quando l’asfalto offriva ai piloti le condizioni migliori.

“Mi sento molto bene, è fantastico, è un sogno che si avvera! Hai presente quando da ragazzino guardi la Ferrari che vince e ti dici "ma quando arriverà il giorno in cui potrò guidare quella macchina"? È successo oggi ed è stato molto bello. Sento che questo è solo l'inizio, questo è il punto in cui capisci che hai appena iniziato il tuo lavoro e devi lavorare sodo e migliorarti, quindi sono felice di aver finalmente fatto questo passo per il mio futuro. È una sensazione molto piacevole”.

“È stato un giorno impegnativo e ora sono abbastanza esausto perché avevo un sacco di cose nuove da gestire, un gran numero di informazioni da assimilare e ho fatto davvero tanti giri!
La parte posteriore del mio collo è un po’ indolenzita a causa delle frenate, ma a parte questo, mi sento davvero bene”.

“Per quel che riguarda lo sterzo, guidare questa macchina è più facile rispetto alle vetture di Formula 2 a cui sono abituato, quindi non ho avuto alcun problema. Oggi ho fatto più giri di tutti e ciascuno di essi è stato davvero fantastico”.

Fuoco ha lavorato sulla correlazione col simulatore

Antonio Fuoco, ex allievo di FDA e ora driver coach per l’Academy, nonché uno degli specialisti del simulatore della Scuderia con la SF1000 numero 32 si è dedicato a programma principalmente finalizzato al confronto tra la vettura reale e quella virtuale con la quale ha macinato così tanti giri nel corso del 2020.

Per Antonio si è trattato del quarto test su una pista reale con la Scuderia dopo quello del 2015 a Spielberg e quelli del 2016 e del 2019 a Barcellona. In totale per lui 126 giri, il migliore dei quali in 1’37”817 con gomme C5.

“La giornata di oggi è stata molto positiva perché siamo riusciti a completare il programma percorrendo ben 126 giri, ben oltre due Gran Premi. Insieme alla squadra abbiamo raccolto una grande quantità di dati che potremo analizzare e ci saranno utili in funzione della prossima stagione”.

“Essendo io un pilota specialista del simulatore, mi è estremamente utile di tanto in tanto potermi sedere nella vettura reale e riprendere confidenza con le sensazioni dell'abitacolo. Inoltre abbiamo potuto fare del lavoro specifico finalizzato alla verifica della correlazione tra il nostro strumento a Maranello e la SF1000 in pista”.

“Infine non posso non parlare dell'emozione che provo ogni volta che mi viene offerta la possibilità di salire su una Ferrari. Da italiano sono molto fiero di essere membro di questa famiglia da otto anni e ringrazio la squadra per aver deciso di puntare su di me anche questa volta”. 

Robert Shwartzman, Antonio Fuoco, Scuderia Ferrari
Robert Shwartzman, Antonio Fuoco, Scuderia Ferrari
1/12

Foto di: Ferrari Media Center

Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
2/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
3/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
Antonio Fuoco, Ferrari SF1000
4/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
5/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
6/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
7/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
8/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
9/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
10/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
11/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
Robert Shwartzmann, Ferrari SF1000
12/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Schumacher impara in fretta: "Obiettivi raggiunti, Haas contenta"
Articolo precedente

Schumacher impara in fretta: "Obiettivi raggiunti, Haas contenta"

Prossimo Articolo

Ufficiale: Tsunoda è un pilota AlphaTauri per il 2021

Ufficiale: Tsunoda è un pilota AlphaTauri per il 2021
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021