Ferrari SF21, Cardile: "Tante novità al retrotreno per snellirlo"

Enrico Cardile, responsabile del reparto telaio della Scuderia Ferrari, spiega le novità sulla SF21 che, di fatto , la differenziano dalla SF1000 che ha corso nel 2020. Il retrotreno è stata la zona che ha ricevuto le maggiori attenzioni, ma ci sono anche un nuovo muso e un'ala anteriore differente.

Ferrari SF21, Cardile: "Tante novità al retrotreno per snellirlo"

Nella presentazione della Ferrari 2021, la SF21 che dovrà permettere a Charles Leclerc e a Carlos Sainz di fare meglio rispetto a un 2020 a dir poco disastroso per il Cavallino Rampante, tra le dichiarazioni più attese c'erano certamente quelle di Enrico Cardile, direttore responsabile del telaio della Scuderia Ferrari.

Cardile, nel suo intervento, ha spiegato punto per punto le modifiche fatte alla SF21, di fatto una versione modificata della SF1000 dello scorso anno a causa delle restrizioni dovute al regolamento. Di aspetti nuovi e interessanti, però, la SF21 sembra racchiuderne. A partire dal retrotreno, oggetto delle modifiche più evidenti da parte dei reparti diretti da Cardile e da Gualtieri.

Retrotreno, che molto più di qualche ritocco

"Sulla SF21 abbiamo dovuto scegliere un'area su cui concentrare maggiormente i nostri sforzi. Abbiamo scelto il retrotreno, ridisegnando un nuovo cambio e nuove sospensioni. Questo, in aggiunta con il lavoro svolto con i colleghi della power unit ha permesso di ottenere un retrotreno molto più rastremato rispetto a quello della SF1000", ha subito svelato Cardile.

"Anche il sistema di raffreddamento è stato oggetto delle nostre attenzioni. Abbiamo aumentato l'autorità del radiatore centrale e abbiamo disegnato un modywork più downwashing rispetto a quello della SF1000".

Leggi anche:

Aerodinamica e muso rivisti, non il telaio

Le modifiche regolamentari introdotte per questa stagione così atipica hanno fatto sì che le monoposto 2021 - almeno sulla carta - perdessero carico verticale, agendo anche sul taglio del fondo, nella zona anteriore alle ruote posteriori.

In questo campo Cardile e soci si sono concentrati per cercare di recuperare almeno parte del carico perso, senza però dimenticare l'obiettivo non certo secondario del miglioramento legato alla penetrazione, dunque la diminuzione della resistenza.

"L'aerodinamica è stata un'area impattata dalle nuove modifiche regolamentari, volte a ridurre la capacità di carico verticale, a salvaguardia dell'integrità dei pneumatici. Per questo motivo quando abbiamo cominciato lo sviluppo aerodinamico della vettura ci siamo dati 2 obiettivi: da una parte recuperare il carico verticale perso, al contempo riducendo la resistenza della vettura".

Muso differente, ma modifiche tutto sommato limitate per quanto riguarda la zona anteriore della SF21. Il muso, come detto, è di nuova concezione. Rimangono però inalterate le sospensioni anteriori, così come il telaio.

"La parte anteriore della vettura, per regolamento, ha subito interventi decisamente meno radicali. Abbiamo sviluppato una nuova ala anteriore che lavora assieme a un muso di nuova concezione, ma telaio e sospensioni sono quelle della SF1000".

"Le sfide di certo non ci spaventano. Le affronteremo come sempre uniti, con i piedi per terra, consapevoli che dovremo lavorare tanto e bene per onorare al meglio il nome che portiamo", ha concluso Cardile.

condivisioni
commenti
Binotto: "Nuova livrea per ripartire dalla nostra storia"

Articolo precedente

Binotto: "Nuova livrea per ripartire dalla nostra storia"

Prossimo Articolo

Mercedes: il rebus piloti che potrebbe condizionare il 2021

Mercedes: il rebus piloti che potrebbe condizionare il 2021
Carica commenti
Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021
F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station Prime

F1 2021: si scaldano i motori... via Play Station

Andiamo a dare uno sguardo da vicino alle prime immagini in-game di F1 2021, nuovo videogame ufficiale della Formula 1 ambientato in questa stagione

Formula 1
15 giu 2021
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

Formula 1
14 giu 2021
F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Formula 1
14 giu 2021