Ferrari SF21, Cardile: "Tante novità al retrotreno per snellirlo"

Enrico Cardile, responsabile del reparto telaio della Scuderia Ferrari, spiega le novità sulla SF21 che, di fatto , la differenziano dalla SF1000 che ha corso nel 2020. Il retrotreno è stata la zona che ha ricevuto le maggiori attenzioni, ma ci sono anche un nuovo muso e un'ala anteriore differente.

Ferrari SF21, Cardile: "Tante novità al retrotreno per snellirlo"

Nella presentazione della Ferrari 2021, la SF21 che dovrà permettere a Charles Leclerc e a Carlos Sainz di fare meglio rispetto a un 2020 a dir poco disastroso per il Cavallino Rampante, tra le dichiarazioni più attese c'erano certamente quelle di Enrico Cardile, direttore responsabile del telaio della Scuderia Ferrari.

Cardile, nel suo intervento, ha spiegato punto per punto le modifiche fatte alla SF21, di fatto una versione modificata della SF1000 dello scorso anno a causa delle restrizioni dovute al regolamento. Di aspetti nuovi e interessanti, però, la SF21 sembra racchiuderne. A partire dal retrotreno, oggetto delle modifiche più evidenti da parte dei reparti diretti da Cardile e da Gualtieri.

Retrotreno, che molto più di qualche ritocco

"Sulla SF21 abbiamo dovuto scegliere un'area su cui concentrare maggiormente i nostri sforzi. Abbiamo scelto il retrotreno, ridisegnando un nuovo cambio e nuove sospensioni. Questo, in aggiunta con il lavoro svolto con i colleghi della power unit ha permesso di ottenere un retrotreno molto più rastremato rispetto a quello della SF1000", ha subito svelato Cardile.

"Anche il sistema di raffreddamento è stato oggetto delle nostre attenzioni. Abbiamo aumentato l'autorità del radiatore centrale e abbiamo disegnato un modywork più downwashing rispetto a quello della SF1000".

Leggi anche:

Aerodinamica e muso rivisti, non il telaio

Le modifiche regolamentari introdotte per questa stagione così atipica hanno fatto sì che le monoposto 2021 - almeno sulla carta - perdessero carico verticale, agendo anche sul taglio del fondo, nella zona anteriore alle ruote posteriori.

In questo campo Cardile e soci si sono concentrati per cercare di recuperare almeno parte del carico perso, senza però dimenticare l'obiettivo non certo secondario del miglioramento legato alla penetrazione, dunque la diminuzione della resistenza.

"L'aerodinamica è stata un'area impattata dalle nuove modifiche regolamentari, volte a ridurre la capacità di carico verticale, a salvaguardia dell'integrità dei pneumatici. Per questo motivo quando abbiamo cominciato lo sviluppo aerodinamico della vettura ci siamo dati 2 obiettivi: da una parte recuperare il carico verticale perso, al contempo riducendo la resistenza della vettura".

Muso differente, ma modifiche tutto sommato limitate per quanto riguarda la zona anteriore della SF21. Il muso, come detto, è di nuova concezione. Rimangono però inalterate le sospensioni anteriori, così come il telaio.

"La parte anteriore della vettura, per regolamento, ha subito interventi decisamente meno radicali. Abbiamo sviluppato una nuova ala anteriore che lavora assieme a un muso di nuova concezione, ma telaio e sospensioni sono quelle della SF1000".

"Le sfide di certo non ci spaventano. Le affronteremo come sempre uniti, con i piedi per terra, consapevoli che dovremo lavorare tanto e bene per onorare al meglio il nome che portiamo", ha concluso Cardile.

condivisioni
commenti
Binotto: "Nuova livrea per ripartire dalla nostra storia"
Articolo precedente

Binotto: "Nuova livrea per ripartire dalla nostra storia"

Prossimo Articolo

Mercedes: il rebus piloti che potrebbe condizionare il 2021

Mercedes: il rebus piloti che potrebbe condizionare il 2021
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021