F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: sei tubi di pitot nell'airbox della SF70H di Raikkonen

La squadra del Cavallino a Singapore ha introdotto dei sensori per raccogliere dati utili allo sviluppo del motore 2018: gli aerodinamici analizzano la portata di aria al sei cilindri turbo e al raffreddamento della power unit.

La Ferrari ha montato sei piccoli tubi di pitot al centro della presa d’aria dinamica della SF70H di Kimi Raikkonen. Due sensori sono stati messi anche all’interno della bocca che si trova sotto all’airbox ed è utile a raffreddare alcuni elementi della power unit.

La squadra del Cavallino sta già lavorando allo sviluppo della power unit del 2018 che avrebbe dovuto essere una filiazione del tanto atteso motore 4 che deve ancora fare il suo debutto, ma che continua a rivelare problemi di affidabilità al banco per raggiungere la vita dei cinque GP.

Gli aerodinamici diretti da Enrico Cardile, quindi, stanno cercando di capire quale sia l’efficienza del sistema di aspirazione, dal momento che con l’aumento delle potenze auspicato per il prossimo anno, sarà necessario disporre di più aria per avere un buon comburente.

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Singapore
Sub-evento Giovedì
Circuito Singapore Street Circuit
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola