Ferrari: Raikkonen ha un ottimo passo di gara con le Supersoft

L'imperscrutabile Kimi Raikkonen si è concesso un sorriso per commentare la prima giornata di prove libere della Ferrari a Singapore. La SF16-H sembra competitiva con il finlandese, mentre non ha convinto il long run di Vettel con le Soft.

Ad un anno dal trionfo di Singapore, la Ferrari ha ritrovato una pista amica. Le prime prove disputate oggi sul circuito di Marina Bay hanno fornito riscontri incoraggianti, anche se a ventiquattrore dalla sessione di qualifica i valori in campo sono tutt’altro che chiari.

C’è una Red Bull che è emersa molto bene sul fronte del passo-gara e una Mercedes che al di là dei problemi che hanno bloccato Lewis Hamilton ha comunque segnato il tempo più veloce di giornata. Ma c’è anche una Ferrari che rispetto ad altri venerdì può contare su riscontri che la lasciano in corsa per le primissime posizioni.

Ad impressionare maggiormente è stato Kimi Raikkonen, che ha quasi abbozzato un sorriso al termine della giornata: una novità assoluta. Il finlandese nella simulazione di qualifica ha accusato un ritardo di 0”275 da Rosberg, confermandosi in seconda posizione. Ma sono state soprattutto le sue simulazioni di gara a confermare che la SF16-H a Singapore può dire la sua più che altrove.

Con le ultrasoft Kimi ha confermato un degrado minino, permettendosi di girare in 1’49”897 dopo nove giri. Max Verstappen, con la stessa mescola, ha iniziato il suo long-run con tre temponi (tutti sull’1’49) ma i suoi tempi sono rapidamente saliti dopo pochi giri fino al 1’51 dopo otto tornate. Raikkonen si è espresso molto bene anche con le supersoft, con una sequenza molto costante sul piede dell’1’50. Con questa mescola solo Ricciardo ha impressionato di più, anche se con un’alternanza di giri veloci con tornate più lente a causa del traffico.

“Tutto ha funzionato – ha confermato Raikkonen - e la macchina si è comportata davvero bene. Se riesci a mettere a punto la tua vettura, qui a Singapore, è tutto molto più facile, anche girare veloce. Oggi abbiamo avuto un buon feeling, ma di sicuro c'è da migliorare ancora. E' difficile dire se andremo forte, è solo venerdì, ma le sensazioni sono buone. Fin qui tutto bene, ma solo domani sapremo con esattezza dove ci troviamo”.

Vettel ha completato una simulazione di gara con gomma soft che sul fronte dei tempi sul giro non è stata entusiasmante. Era però una parte di lavoro necessaria, anche se in gara probabilmente non vedremo questa mescola.

Nel Gran Premio del Belgio la corsa è stata sospesa con bandiera rossa, ed i team sono stati obbligati ad utilizzare il compound più duro a disposizione, un’eventualità che a Singapore non è da escludere, e la Ferrari ha voluto immagazzinare dati qualora si presentasse questa situazione.

Vettel si è sacrificato al programma di lavoro, facendosi carico di uno stint molto più faticoso che entusiasmante. A completare una giornata poco scintillante di Seb, è arrivata anche una simulazione di qualifica disturbata dal traffico, con il risultato del quinto posto finale. Lo stesso occupato un anno fa dopo la FP2….

“Nel complesso abbiamo avuto due sessioni discrete – ha commentato Vettel - della seconda non sono completamente soddisfatto, ho sofferto un pò con il bilanciamento della macchina e non sono riuscito a trovare il ritmo, ma in generale è stata una buona giornata. Qui è molto difficile sorpassare, quindi cercheremo di fare del nostro meglio in qualifica. Adesso abbiamo molte cose da esaminare, prima che arrivi un'altra giornata e una sessione per fare ancora qualche giro. Se sistemiamo tutto nel modo giusto sono certo che riusciremo ad ottenere una buona posizione di partenza”.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Singapore
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Singapore Street Circuit
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Analisi