F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: quanto è migliorata la frenata con il nuovo disco da oltre 1.420 fori?

La Brembo ha portato in Messico un disco in carbonio in esclusiva per la Rossa che dispone di un nuovo materiale che permette di sottilizzare le pareti per aumentare il numero dei fori di raffreddamento. Gli altri team clienti avranno la soluzione nel 2019.

Ferrari: quanto è migliorata la frenata con il nuovo disco da oltre 1.420 fori?

Uno dei punti di forza della Ferrari nella rimonta che ha portato Sebastian Vettel al secondo posto nel GP del Messico è stata certamente la frenata: la Brembo ha fatto debuttare sulla SF71H una nuova generazione di dischi freno che rappresentano un’anteprima dei materiali che saranno forniti ai team clienti nel 2019.

La gara in altura a Città del Messico era l’ideale per valutare l’evoluzione del disco che può arrivare ad avere un raffreddamento potenziato da oltre 1.400 fori. L’ideale per l’aria molto rarefatta dell’appuntamento iridato in Sud America, dove non era facile avere i controllo delle temperature dei motori e dei freni.

L’incremento dei fori (nella versione precedente non si superavano i 1.200 buchi) è stato possibile solo grazie all’adozione di un nuovo materiale nei compositi del carbonio grazie al quale è possibile controllare l’usura del disco che non deve superare 0,5 mm nell’arco di una gara.

La nuova soluzione, infatti, riduce sensibilmente lo spessore del disco nella parte più esterna della struttura, facilitando l’adozione di un settimo foro per ogni fila che si conta in diagonale. Si consideri che venti anni fa si contavano solo una trentina di grossi fori per il raffreddamento, mentre il numero è andato ad aumentare drasticamente negli ultimi cinque anni quando è iniziata l’ascesa oltre i 100 fori.

La Brembo ai team clienti fornisce tre tipi differenti di disco in carbonio che cambiano a seconda delle specifiche delle piste: nel 2019 la versione con oltre 1420 buchi sarà quella adatta ai circuiti più impegnativi per le staccate, vale a dire Canada, Singapore e Messico.

Anche la Carbon Industrie dispone di un disco con file di sette fori (due orizzontali e cinque in diagonale), ma i francesi non sono arrivati ai buchi che la Brembo è riuscita a garantire con l’ultima soluzione fornita alla Ferrari in esclusiva.

condivisioni
commenti
Vettel è deluso: "Il mondiale perso? A Singapore più che a Hockenheim"

Articolo precedente

Vettel è deluso: "Il mondiale perso? A Singapore più che a Hockenheim"

Prossimo Articolo

Ricciardo: "Non corro più con Red Bull!" Dopo il ritiro cresce la... frizione con il team

Ricciardo: "Non corro più con Red Bull!" Dopo il ritiro cresce la... frizione con il team
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021