Ferrari, oltre il danno la beffa: il motore di Leclerc è KO!

Gli uomini del Cavallino hanno annunciato che le verifiche effettuate sulla monoposto a Maranello hanno evidenziato un danno irreparabile sul motore del monegasco dopo l'incidente in Ungheria con Stroll. Molto probabilmente quindi Charles dovrà montare una quarta ICE e finire in penalità nella parte finale della stagione.

Ferrari, oltre il danno la beffa: il motore di Leclerc è KO!

Oltre il danno, la beffa. Nel caso di Charles Leclerc e della Ferrari questo modo di dire calza veramente a pennello. Il ritiro dopo poche centinaia di metri nel Gran Premio d'Ungheria, dovuto alla manovra da kamikaze di Lance Stroll, che lo ha centrato in pieno alla prima curva, non ha infatti privato il pilota della Ferrari solo di un possibile buon risultato a Budapest.

Pochi minuti fa, infatti, da Maranello è arrivata una notizia davvero negativa per Charles: dalle verifiche effettuate sulla monoposto una volta rientrati alla base, è emerso che il motore è stato danneggiato in maniera irrimediabile e quindi non potrà più essere utilizzato nel corso di questa stagione.

Oltre al danno economico, pesante già di per sé in regime di budget cap, gli uomini del Cavallino si ritrovano quindi a dover fare i conti anche con quello sportivo, perché mancando ancora 12 appuntamenti alla conclusione della stagione (salvo ulteriori variazioni legate al COVID-19), diventa assai improbabile che Leclerc possa completare la stagione senza ricorrere all'utilizzo di una quarta unità termica sulla sua SF21. Cosa che inevitabilmente gli consegnerà una penalità sulla griglia di partenza in quell'occasione.

Leggi anche:

Alla luce di questo, rieccheggiano ulteriormente le parole del team principal Mattia Binotto, che nel post-gara ungherese si era lamentato del fatto che i danni causati da errori altrui vadano a pesare sul budget di chi è incolpevole. Situazione che si fa ancora più pesante alla luce di questo problema anche nell'ottica della corsa al terzo posto nella classifica Costruttori, che vede la Ferrari in lotta con la McLaren.

"Ovviamente, se non sei colpevole, avere questi danni compresi nel budget cap è un qualcosa che è ancora più grave ora. Dovremmo aggiungere delle esenzioni? Non sono sicuro che sia la soluzione. Penso che potrebbe essere molto difficile da controllare", ha detto Binotto dopo la gara sul tema economico.

"Ma penso che quello che potremmo considerare è che se un pilota è colpevole, la sua squadra dovrebbe pagare le altre squadre per i danni e le riparazioni. Questo renderà i piloti più responsabili", ha aggiunto.

condivisioni
commenti
Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Articolo precedente

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Prossimo Articolo

Verstappen: ecco la foto che svela i danni sulla Red Bull

Verstappen: ecco la foto che svela i danni sulla Red Bull
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021