Ferrari: Mattia Binotto è il direttore tecnico al posto di James Allison

Allison lascia con effetto immediato la Ferrari dopo aver raggiunto un accordo con Marchionne. Il presidente ha deciso di puntare sul capo dei motoristi per dare una impronta di italianità alla squadra del Cavallino.

James Allison e la Ferrari si separano, ed ruolo di Chief Technical Officer della Scuderia passa nelle mani di Mattia Binotto. La notizia non è poi così una sorpresa, le indiscrezioni su un rapporto ormai deteriorato si sono confermate fondate, e con effetto immediato il tecnico inglese lascerà Maranello. La linea si conferma quella della crescita interna, e la Ferrari affiderà le chiavi del reparto tecnico a Binotto.

“Dopo tre anni di collaborazione – recita il comunicato Ferrari - la Scuderia Ferrari e James Allison hanno deciso, di comune accordo, di prendere strade diverse”.

“Il team desidera ringraziare James per l'impegno e il sacrificio profusi in questo periodo passato assieme - ha commentato Maurizio Arrivabene - e gli augura successo e serenità per i suoi futuri impegni”.

“Negli anni passati in Ferrari – è stato il commento di Allison - in due periodi distinti e con ruoli diversi, ho avuto modo di conoscere e apprezzare il valore della squadra e delle donne e degli uomini che ne fanno parte. A loro va il mio ringraziamento per questa grande esperienza professionale e umana. Auguro a tutti un futuro felice e pieno di soddisfazioni”.

Non è chiaro se Allison dovrà rispettare un periodo di “gardening”, ovvero quel preavviso che dovette rispettare ad esempio Jock Clear prima del suo approdo a Maranello. E’ possibile che Allison e la Ferrari abbiamo trovato un accordo, o è altresì possibile che possa esserci uno scambio di favori con un eventuale team dove dovesse approdare Allison (Renault?).

 

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Germania
Circuito Hockenheim
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie