Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
94 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
102 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
112 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
133 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
147 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
175 giorni
02 set
Prossimo evento tra
182 giorni
09 set
Prossimo evento tra
189 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
203 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
274 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
283 giorni

Ferrari: l'unico neo è non aver passato la Q2 con le medie

Il team principal Mattia Binotto ha esaltato il quarto tempo di Leclerc, ma passare la Q2 con le medie sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Vettel ha avuto delle difficoltà in più, ma almeno potrà scegliere la mescola con cui partire. Grande lavoro anche da parte della squadra, che è riuscita a sostituire la power unit di Seb tra la FP3 e le qualifiche.

Ferrari: l'unico neo è non aver passato la Q2 con le medie

“Una bellissima qualifica di Charles, il quarto posto è frutto del suo straordinario talento, considerato anche il fatto che aveva praticamente saltato tutta la seconda sessione di prove libere”. Al termine delle qualifiche del Gran Premio di Al Sakhir Mattia Binotto ha reso omaggio al talento di Charles Leclerc, che ha portato la SF1000 ad occupare la seconda fila dello schieramento di partenza.

“Ci rimane solamente un piccolo rammarico – ha proseguito il team principal del Cavallino - non aver centrato il passaggio in Q2 con le gomme medie che ci avrebbe messo in un’ottima posizione per la gara, ma Charles sa di avere fatto tutto il possibile”.

L’exploit di Leclerc è arrivato al termine di una giornata non semplice per il box del Cavallino, che oltre all’intenso programma mirato alla messa a punto delle due monoposto, ha dovuto anche completare in tempi molto stretti il cambio di motore sulla monoposto di Vettel tra la sessione FP3 e l’inizio delle qualifiche.

“I complimenti vanno a tutta la squadra in pista – ha confermato Binotto - perché è stato fatto un ottimo lavoro sia nella sostituzione rapidissima della PU di Sebastian, effettuata per motivi precauzionali dopo la sessione FP3, che nella preparazione e nell’esecuzione del programma di una sessione di qualifica molto complicata da interpretare. Domani in gara cercheremo come sempre di portare a casa il massimo dei punti possibile: non sarà facile perché i valori in campo sono molto ravvicinati ma se faremo tutto alla perfezione allora potremo toglierci qualche soddisfazione”.

Soddisfazioni a cui punta ovviamente anche Leclerc, ma il monegasco non vuole sbilanciarsi troppo dopo lo sfortunato stop di venerdì: “Guardando alla gara devo dire che non ho troppi elementi su cui basarmi perché, avendo perso l’intera FP2, non ho potuto effettuare la consueta simulazione di gara. Tuttavia mi sembra di aver trovato un buon ritmo, e spero di poterlo fare anche in gara. Non credo che su questa pista siamo la terza forza in campo, ma intendo massimizzare in gara questa posizione di partenza”.

Leggi anche:

Come è facile immaginare dopo le qualifiche di ieri l’atmosfera nel box Ferrari non era la stessa nella zona di Sebastian Vettel. “Seb aveva perso l’ultima parte di FP3 a causa di un problema tecnico – ha sottolineato Binotto – si è sentito molto più a suo agio con la vettura rispetto a venerdì, ma non è riuscito a passare il taglio in Q2 in una sessione dove bastavano pochi centesimi per perdere o guadagnare posizioni preziose”.

Posizioni che Vettel spera di poter recuperare negli 87 giri in programma oggi. “Prendersi cura delle gomme in gara sarà difficile ma potrebbe essere anche la chiave per una corsa positiva – ha sottolineato Seb - avremo la possibilità di scegliere con quale mescola schierarsi al via e vedremo se riusciremo a recuperare terreno”.

Il tedesco al via potrà giocare la carta delle gomme medie o hard, ma sulle sue possibilità c’è ancora un punto interrogativo legato al motore. “In qualifica ho avuto delle buone sensazioni – ha spiegato - non so dire cosa non sia andato per il verso giusto, forse perdevo qualcosa sui rettilinei e anche nel settore centrale. Non so se questo possa essere in qualche modo legato al cambio di power unit ma il lavoro dei ragazzi nel box è stato ottimale perché la monoposto da guidare è stata perfetta”.

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, nella sabbia

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, nella sabbia
4/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

George Russell, Mercedes F1 W11, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

George Russell, Mercedes F1 W11, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari parla ai media

Charles Leclerc, Ferrari parla ai media
10/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 nella sabbia

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 nella sabbia
12/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 nella sabbia

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 nella sabbia
13/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, ai box

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, ai box
15/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
18/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Volano scintille dall'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Volano scintille dall'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Gasly frustrato: fondo e qualifica rovinati su un cordolo

Articolo precedente

Gasly frustrato: fondo e qualifica rovinati su un cordolo

Prossimo Articolo

Podcast F1: analisi delle Qualifiche del GP di Sakhir

Podcast F1: analisi delle Qualifiche del GP di Sakhir
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Sakhir
Sotto-evento Qualifiche
Location Sakhir
Piloti Sebastian Vettel , Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Roberto Chinchero
F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021
Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021