Formula 1
G
Robert Kubica vs Bartosz Marszałek
09 ago
Evento concluso
G
GP del Messico
30 ott
Canceled
G
GP del Brasile
13 nov
Canceled
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
FP1 in
107 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: l'ala posteriore di Vettel a cucchiaio non è troppo scarica per Silverstone?

condivisioni
commenti
Ferrari: l'ala posteriore di Vettel a cucchiaio non è troppo scarica per Silverstone?
Di:
5 lug 2018, 10:01

La squadra del Cavallino in Gran Bretagna ha portato un'ala posteriore che si era già vista sul velocissimo circuito cittadino di Baku: non è detto che serva per questo weekend, ma potrebbe servire a Spa.

In attesa di scoprire le novità del fondo Ferrari, la squadra del Cavallino ha deciso di portare a Silverstone un’ala posteriore molto scarica che in precedenza era stata usata sul velocissimo tracciato cittadino di Baku.

Questa soluzione nel box della Scuderia è stata montata sulla monoposto di Sebastian Vettel. Il tedesco dovrebbe provarla nella prima sessione di prove libere facendo un test che non dovrebbe essere finalizzato al GP di Gran Bretagna dove si usa un medio carico aerodinamico, quanto piuttosto in prefigurazione di Spa.

L’ala posteriore della SF71H è caratterizzata da un profilo principale a cucchiaio e con il bordo d’entrata curvato verso l’alto. Il flap mobile mostra una V al centro e riduce la sua superfice ai bordi più esterni, in prossimità delle paratie laterali, con il chiaro intento di ridurre la resistenza all’avanzamento.

Le bandelle laterali, invece, mostrano ben cinque soffiaggi orizzontali con i piccoli profili che sono a incidenza variabile e a corda crescente a salire.

Pirelli annuncia la scelta di mescole e set obbligatori per il GP degli Stati Uniti ad Austin

Articolo precedente

Pirelli annuncia la scelta di mescole e set obbligatori per il GP degli Stati Uniti ad Austin

Prossimo Articolo

Mercedes: ecco lo scatto che profana la sospensione all’interno della scocca

Mercedes: ecco lo scatto che profana la sospensione all’interno della scocca
Carica commenti