Ferrari: la Rossa era da sei Gp che non falliva la prima fila!

condivisioni
commenti
Ferrari: la Rossa era da sei Gp che non falliva la prima fila!
Di:
25 nov 2017, 19:21

Vettel è soddisfatto del bilanciamento della SF70H: "Abbiamo perso terreno nel secondo settore della pista, dove ci sono i rettilinei, nei tratti guidati il feeling è stato molto buono a parte le curve 5 e 7. Domani dovremmo fare meglio".

Il poleman Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1 guarda Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Ingegneri Ferrari eal lavoro sulla monoposto di Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H

Dopo sei gare consecutive la Ferrari ha perso la prima fila. Tra i tanti feudi conquistati dalla Mercedes nella trionfale era ibrida, quello di Abu Dhabi è uno dei possedimenti per eccellenza, ed anche l’edizione 2017 ha confermato il tandem Mercedes in prima fila. Ci può stare, anche se il margine di mezzo secondo accusato da Sebastian Vettel (rispetto al poleman Bottas) non era nelle previsioni.

“Abbiamo fatto e provato tutto il possibile – ha commentato Vettel – ed il bilanciamento della monoposto si è confermato molto buono. Qui ad Abu Dhabi il giro è parecchio lungo, e ci sta che il divario possa essere maggiore del previsto. Abbiamo perso terreno nel secondo settore, dove ci sono rettilinei, nei tratti guidati il feeling è stato molto buono a parte le curve 5 e 7. Ma in generale sono stato soddisfatto dalla macchina, quindi credo che abbiamo perso soprattutto sui rettilinei”.

Vettel spera che la gara possa dire altro rispetto alle qualifiche, e si è conferma ottimista in vista di un Gran Premio che non si preannuncia certo in discesa:
“Generalmente il nostro passo gara è migliore rispetto alle qualifiche, l'abbiamo verificato nell’arco di tutta la stagione, quindi sono ottimista in vista di domani. Ieri abbiamo provato un paio di soluzioni, vedremo quanto saremo vicini e per quale obiettivo potremo lottare. Se parliamo di sorpassi, su questa pista non è facile, ma neanche impossibile”.

Meno soddisfatto Kimi Raikkonen, ritrovatosi in quinta posizione e due decimi da Vettel. Anche ‘Iceman’ ha confermato che il feeling generale con la SF70H è sembrato molto buono, anche se nel suo caso qualcosa non ha funzionato correttamente sul fronte ‘gomme’:
“Ero certo che il bilanciamento fosse molto buono, ma è stato un po’ più complesso del previsto far funzionare al meglio gli pneumatici. In alcune curve tutto era perfetto, in altre non sono riuscito a sfruttarle correttamente. Nel giro buono all’uscita della curva 11 ho avuto un po’ di sovrasterzo e mi ha…fottuto le curve successive. Sentivo che c'era molta velocità ma non potevo davvero usarla al meglio”.

“Abbiamo accusato un certo ritardo – ha concluso Kimi - ma credo che sia anche legato alla pista, forse. Non sappiamo quello che stanno facendo (riferito a Mercedes) ma la nostra macchina si è comportata bene, e come ho detto, nel mio caso il problema è stato legato alla gestione delle gomme. Con questo non dico che senza questo imprevisto saremmo stati li a giocarci la pole, ma sicuramente saremmo stati più vicini”. Raikkonen non ha però spento tutte le speranze in vista della gara di domani: “Vediamo, ovviamente le gomme dovrebbero essere okay sui long-run, i riscontri avuti nella simulazioni sono stati molto buoni, ma sarà da verificare la performance”.

 

 

Prossimo Articolo
Fotogallery: le Qualifiche del GP di Abu Dhabi 2017 di F.1

Articolo precedente

Fotogallery: le Qualifiche del GP di Abu Dhabi 2017 di F.1

Prossimo Articolo

Pirelli, Isola: "La finestra per il pit stop è piuttosto ampia"

Pirelli, Isola: "La finestra per il pit stop è piuttosto ampia"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie