Ferrari: la nuova icona si vedrà alle Finali Mondiali del Mugello?

Benedetto Vigna, nuovo CEO del Cavallino, ieri ha commentato per la prima volta nella conference call con gli analisti i risultati di una crescita straordinaria che ha portato il marchio di Maranello a un utile netto di un miliardo di euro. Il manager lucano ha fatto anche un accenno alla F1 evidenziandone i segnali di progresso delle ultime gare.

Ferrari: la nuova icona si vedrà alle Finali Mondiali del Mugello?

In attesa del GP del Messico dove la Scuderia potrebbe portare a casa un risultato positivo per il tracciato favorevole alle doti della SF21, arrivano altri riscontri molto favorevoli per la Ferrari che viaggia a gonfie vele nel mercato azionario e nelle valutazioni degli analisti che hanno avuto modo di sentire per la prima volta Benedetto Vigna, il nuovo CEO attivo dal 1 settembre al posto di Louis Camilleri.

Nella conference call di ieri Vigna ha potuto commentare una crescita straordinaria che porta al rialzo le stime del 2021, avviando il Cavallino rampante verso un nuovo anno record. L’utile netto è pari a 1,05 miliardi di euro, sfondando per la prima volta il miliardo con una crescita a doppia cifra.

Nel quadro positivo rientra anche la F1 che ha invertito la rotta dello scorso anno potendo assicurare un calendario di gare completo. Vigna ha toccato il mondo delle corse solo in modo marginale confermando che “…in F1 anche nelle ultime gare abbiamo visto alcuni segnali positivi di progresso. La competizione in pista è stata da sempre profondamente nel Dna della storia della Ferrari. Così è oggi, così sarà in futuro”.

Il manager lucano che è arrivato a Maranello da STMicrolectronics, la multinazionale dei microchip, ha puntato lo sguardo sul piano industriale che verrà presentato il 16 giugno nel quale definirà la strategia Ferrari per affrontare la transizione elettrica…

“I miei primi due mesi a Maranello mi confermano che siamo fortemente posizionati per capitalizzare le tante opportunità che abbiamo nelle nostre mani oggi e quelle che ci attendono”.

“Credo che la Ferrari si distinguerà ancora una volta per la sua creatività e capacità di applicare e interpretare la vasta gamma di tecnologie del futuro, e sempre con il nostro stile senza compromessi attraverso la nostra speciale e stretta collaborazione, lavorando con impegno e dedizione per un obiettivo comune, offriremo insieme un successo duraturo. Questa è stata la fonte del nostro successo in passato e alimenterà anche il nostro futuro, sia all'interno che all'esterno dell'azienda, lavorando con tutti i nostri partner, presenti e futuri”.

Vigna ha annunciato che la prima Ferrari “full electric” arriverà nel 2025 e ha confermato che a metà novembre verrà lanciato un nuovo modello “icona”: i veli della nuova vettura cadranno in occasione delle Finali Mondiali Ferrari in programma al Mugello?

condivisioni
commenti
Podcast F1 | Senna e il GP più corto della storia
Articolo precedente

Podcast F1 | Senna e il GP più corto della storia

Prossimo Articolo

Jeddah da paura: circuito velocissimo con i muretti molto vicini

Jeddah da paura: circuito velocissimo con i muretti molto vicini
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021