Ferrari integra il Premio di Competitività per il 2020

Ferrari continua a investire per rafforzare il suo sistema di welfare aziendale, riconoscendo e valorizzando il contributo delle proprie persone anche in un anno complesso per la pandemia da Covid-19.

Ferrari integra il Premio di Competitività per il 2020

Integrazione del Premio di Competitività 2020           

Ferrari ha condiviso con le organizzazioni sindacali italiane firmatarie dell’Accordo sul Premio di Competitività, basato su indicatori di performance aziendale, un’integrazione del Premio per il 2020 pari a Euro 2.100 lordi con erogazione prevista per il prossimo mese di aprile, che porta il valore complessivo conseguibile da ogni dipendente a Euro 7.526,14 lordi.

Il riconoscimento di tale erogazione si aggiunge alle importanti misure già condivise che consentono di considerare come giorni lavorativi anche quelli del periodo di sospensione dell’attività produttiva, dal 16 marzo al 4 maggio 2020. Durante queste sette settimane i dipendenti, la cui mansione era incompatibile con il lavoro a distanza, hanno ricevuto regolare stipendio, senza nessun ricorso agli ammortizzatori sociali ma con permessi retribuiti a carico dell’azienda. Analogamente non saranno considerate ai fini del calcolo dell’entità del Premio le assenze che, sulla base di specifiche certificazioni, risultano causate dall’evento straordinario della pandemia. Tutte queste misure permetteranno alla vasta maggioranza dei lavoratori di ottenere un Premio maggiorato del 7%”.

Crescita del numero di dipendenti

Il personale del Gruppo è aumentato nel 2020 del 6,3% a oltre 4.500 unità nel mondo, proseguendo così la crescita degli anni scorsi. Per quanto riguarda il 2021 si registra già l’inserimento di 50 nuovi addetti nello stabilimento di Maranello, per il passaggio sui due turni del reparto Carrozzeria 8 cilindri previsto tra aprile e maggio.

Back on Track

Il programma “Back on Track” è stato introdotto lo scorso aprile a seguito della pandemia con l’obiettivo di rendere più sicuro il luogo di lavoro e promuovere il benessere psicofisico dei dipendenti. Ferrari è stata tra le prime aziende a offrire alle proprie persone e ai loro famigliari dei test sierologici su base volontaria (oltre 25.000 test erogati) e la prima della Regione Emilia-Romagna ad aver introdotto lo scorso novembre i tamponi rapidi (oltre 15.000 somministrazioni erogate). La Società ha inoltre messo a disposizione delle AUSL del territorio le proprie infrastrutture per effettuare degli screening e, non appena sarà possibile, delle vaccinazioni alla cittadinanza contro il coronavirus.

Formazione

Per Ferrari l’attenzione alle persone significa aver cura anche dell’accrescimento delle loro competenze. Durante il 2020 Ferrari ha erogato, nel rispetto della normativa anti-contagio, oltre 63.000 ore di formazione ai dipendenti, in gran parte da remoto, in crescita di circa l’11% rispetto alle 57.000 ore del 2019.

Servizi per i dipendenti e i loro famigliari

Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, anche lo scorso anno Ferrari ha organizzato il Centro Estivo per oltre 330 figli di dipendenti, apprezzata occasione di aggregazione e socialità per i ragazzi e propedeutica al ritorno a scuola. Ferrari ha rimborsato inoltre il costo dei libri scolastici per i figli di circa 700 dipendenti e ha erogato 57 borse di studio per gli studenti più meritevoli. Nel 2020 il progetto Formula Benessere ha garantito, in una fase in cui diverse strutture sanitarie hanno limitato o sospeso le attività, oltre 1.100 visite specialistiche per i lavoratori. Grazie al Progetto Formula Benessere Junior, oltre 650 bambini figli dei dipendenti sono stati sottoposti a un check-up medico che comprende oltre 10 visite specialistiche.

E' stato introdotto infine “Al Posto Tuo”: un nuovo servizio offerto a tutti i dipendenti che possono accedere a un service point per il disbrigo delle loro incombenze burocratiche, migliorando così l’equilibrio vita-lavoro.

condivisioni
commenti
Perché il 3° titolo di Senna è il migliore della sua carriera

Articolo precedente

Perché il 3° titolo di Senna è il migliore della sua carriera

Prossimo Articolo

Ferrari: power unit rivoluzionaria per il 2022!

Ferrari: power unit rivoluzionaria per il 2022!
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021