Ferrari: il motore 064 nasce con gli scarichi realizzati con stampanti in 3D

La power unit del Cavallino avrà delle soluzioni che faranno crescere un 6 cilindri che adotterà interessanti idee innovative. Il motore 1 potrebbe nascere con i pistoni in acciaio, mentre più avanti arriverà la testata in produzione additiva.

Ferrari: il motore 064 nasce con gli scarichi realizzati con stampanti in 3D

Corrado Iotti, capo dei motoristi, e Guido di Paola, capo progettista, hanno sviluppato il motore che sarà siglato 064. La Ferrari quest’anno avrà una serie di jolly da giocare nell’evoluzione delle tre specifiche concesse dal regolamento FIA.

Sul motore 1, infatti, potrebbero apparire finalmente i pistoni in acciaio che hanno completato la lunga fase di rodaggio iniziata l’anno scorso. La soluzione costa in termini di peso (quasi un chilo!) ma assicura una straordinaria durata a un 6 cilindri che dovrà vivere 7 GP assicurando un rendimento in camera nettamente superiore alla versione dello scorso anno, capace anche di resistere alle maggiori sollecitazioni che si avranno in camera di combustione grazie alla superiore disponibilità di carburante (110 kg contro i 105 kg del 2018).

L’obiettivo sarà di incrementare la pressione in camera, usando una mappa che smagrisca la miscela aria benzina alla ricerca delle prestazioni, senza dover fare i conti con le pericolose detonazioni.

Questi pistoni, infatti, dovrebbero permettere l’uso di una benzina Shell più… spinta, ora che il controllo dell’olio come additivo del carburante da parte dei commissari FIA sarà ancora più stringente che in passato, specie in qualifica.

Alla Ferrari non hanno deliberato, almeno per ora, la nuova testata realizzata con i sistemi di produzione additiva che utilizzano la polvere di metallo per costruire componenti direttamente dal file CAD grazie alla tecnologia di bed-fusion.

Grazie a questa tecnica innovativa si possono realizzare parti che hanno geometrie sempre più complesse e pareti molto sottili che difficilmente si potrebbero ottenere con metodi più tradizionali. Questa soluzione sarà una delle carte da giocare nel corso della stagione.

Ma se le teste sono ancora tradizionali senza fare ricorso alle nuove leghe di alluminio, possiamo anticipare che il complesso gruppo degli scarichi con i tre elementi in verticale sono stati realizzati con le sofisticatissime “stampanti 3D” della AM Renishaw.

Oltre ad assicurare un disegno più estremo, funzionale al recupero di energia del turbo, i tecnici del Cavallino sono riusciti a risparmiare del peso…

condivisioni
commenti
Renault R.S.19, la scheda tecnica: la power unit 2019 ha più di 950 cavalli!

Articolo precedente

Renault R.S.19, la scheda tecnica: la power unit 2019 ha più di 950 cavalli!

Prossimo Articolo

Renault, Chester punta sui piloti: "Sono precisi e veloci, lo sviluppo sarà più semplice"

Renault, Chester punta sui piloti: "Sono precisi e veloci, lo sviluppo sarà più semplice"
Carica commenti
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021