F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: ecco perché Vettel ha sorpreso Hamilton al via del GP di Spagna!

26,869 viste

Dietro al volante della SF70H di Sebastian Vettel è stata montata una nuova leva della frizione che è dotata di un cappuccio simile a quello che nei test invernali si era visto sulla Mercedes di Lewis Hamilton. Ecco come funziona...

Lewis Hamilton prima di salire sul podio del GP di Spagna ha chiesto a Sebastian Vettel come avesse fatto a sorprenderlo al via della gara. E l’inglese con una buona dose di ironia aveva detto al tedesco che gli aveva copiato il sistema di partenza. Riprendendo un concetto che l’inglese aveva già espresso ieri dopo le qualifiche.

Il quattro volte campione del mondo è stato abile a glissare alla domanda di Lewis, ma Motorsport.com è in grado di rivelarvi che è proprio tutto vero. Dopo aver subito solo due settimane fa il sorpasso di Valtteri Bottas ai danni delle due Rosse che erano scattate in prima fila, la Ferrari ha ripensato il suo sistema di partenza, copiando una soluzione della Mercedes che consente al pilota di avere una maggiore sensibilità nella gestione dello stacco della frizione.

Ferrari SF70H steering wheel detail
Ferrari SF70H: il dettaglio del ditale sulla leva della frizione di Vettel che ha debuttato in Spagna

Photo by: Giorgio Piola

Il "ditale" provato nel filming day

La Ferrari pare che abbia sperimentato con entrambi i piloti un nuovo paddle della frizione in occasione del secondo filming day che la squadra del Cavallino ha effettuato al Mugello la scorsa settimana.

Alla fine solo Sebastian Vettel ha deciso di dotare il suo volante computer della nuova soluzione, mentre Kimi Raikkonen ha preferito restare nella configurazione nota. Il tedesco ha fatto molto prove di partenza ogni volta che usciva dalla pit lane per impratichirsi con la nuova leva.

Il nuovo paddle

Ferrari SF70H steering wheel detail
Ferrari SF70H: ecco un altro dettaglio della nuova leva della frizione che è in metallo

Photo by: Giorgio Piola

La Ferrari, infatti, aveva iniziato la stagione con una leva della frizione molto lunga con una notevole corsa che doveva permettere al pilota di trovare l’ideale punto di stacco della frizione per fare una partenza perfetta.

Ma le nuove limitazioni introdotte dalla FIA quest'anno hanno reso meni efficace la soluzione che era stata sviluppata dal Cavallino rampante. Nel 2017 sono stati introdotti degli ulteriori vincoli: la leva della frizione non poteva avere un movimento maggiore di 80 mm e il paddle doveva stare a una distanza di 50 mm da qualsiasi altro comando posto sul volante.

La Ferrari, allora, ha ripreso il concetto che la Mercedes ha sperimentato con Lewis Hamilton già nei test invernali svolti proprio a Barcellona.

Come dimostra l'esclusivo disegno di Giorgio Piola, dietro al volante computer della SF70H del tedesco è stato montato un paddle con il ditale. La prima realizzazione è stata fatta in metallo ma è lecito aspettarsi una versione definitiva che sarà sicuramente in materiali compositi.

La presenza delle ditale sul paddle consente alle squadre di non dover rispettare i 50 mm che la leva della frizione deve avere da qualsiasi altro elemento. In questo modo è possibile che il comandi della frizione possa essere più vicino alle mani dei piloti, consentendo un’azione della leva più precisa con le dita.

E a giudicare da come Sebastian Vettel è scattato in testa alla prima curva del GP di Spagna c’è da credere che vedremo degli ulteriori sviluppi in questo campo. Nell'animazione sotto è possibile vedere qual è il sistema che è in uso dalla Mercedes.

 

Informazioni aggiuntive di Matt Somerfield

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Spagna
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag ferrari, piola
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola