Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
108 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
150 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
164 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
178 giorni

Ferrari: ecco perché sarà Antonio Fuoco a guidare la SF90 nei test di Barcellona

condivisioni
commenti
Ferrari: ecco perché sarà Antonio Fuoco a guidare la SF90 nei test di Barcellona
Di:
25 apr 2019, 08:04

Pascal Wehrlein mostra qualche difficoltà di adattamento al simulatore Ferrari, per cui in Spagna nel giorno dedicato ai piloti rookie, al posto di Mick Schumacher, la squadra del Cavallino ha richiamato il giovane italiano che è sicuramente il più abile nel lavoro alla realtà virtuale.

La conferma ufficiale arriverà probabilmente alla vigilia del Gran Premio di Spagna, ma la notizia sembra certa: sarà Antonio Fuoco a portare in pista la Ferrari nel secondo ‘rookie test’ che si terrà a Barcellona martedì e mercoledì dopo la gara spagnola.

In una delle due giornate salirà sulla SF90 un pilota titolare (dovrebbe essere Leclerc) mentre nella seconda la Ferrari dovrà schierare un pilota esordiente, come previsto dal regolamento FIA.

Nelle prove in Bahrain era stato Mick Schumacher a scendere in pista nella giornata rookie, ma il tedesco è ora concentrato sul programma Formula 2.

Esclusa la possibilità Callum Ilott (il pilota della Ferrari Driver Academy sarà presente a Barcellona ma con l’Alfa Romeo) il cerchio dei possibili candidati si è drasticamente ristretto. Difficile pensare ad altri candidati della Academy (Marcus Armstrong e Robert Schwartzman hanno poca esperienza), e l’attenzione si è così spostata sui piloti impegnati al simulatore di Maranello.

Ma sia Pascal Wehrlein che Brendon Hartley non rientrano nei requisiti dei ‘rookie’, avendo disputato ben più di due Gran Premi, e il candidato più gettonato è diventato così Antonio Fuoco. La prova di Montmelò sarà di notevole importanza per giudicare la correlazione tra il simulatore e la pista, ed in quest’ottica Fuoco sarà un elemento prezioso, essendo il suo lavoro sul ‘ragno’ di Maranello diventato cruciale per la gestione del weekend in pista.

Secondo indiscrezioni raccolte all’indomani del Gran Premio di Melbourne, i tempi di adattamento di Wehrlein al simulatore della Ferrari si sono rivelati più lenti del previsto, e così la figura di Fuoco è diventata molto importante per i test che vengono svolti il venerdì di gara.

Antonio ha già avuto la chance di provare la Ferrari di Formula 1 in più occasioni. Nel 2015 girò nei test programmati dopo il Gran Premio d’Austria, ma dovette concludere la prova con la SF15-T per un problema tecnico che causò un’uscita di pista.

La stagione successiva fu convocato a Barcellona, dove completò una giornata con la SF16-H senza inconvenienti. La sua storia con la Formula 1 sembrava conclusa, ma… mai dire mai, e a distanza di tre anni Fuoco è pronto a tornare in pista sempre sul circuito di Montmelò per dare il suo contributo fattivo alla crescita della SF90 che non ha ancora espresso il suo vero potenziale.

Scorrimento
Lista

Antonio Fuoco, Ferrari SF16-H

Antonio Fuoco, Ferrari SF16-H
1/16

Foto di: Ferrari

Antonio Fuoco, Ferrari SF16-H

Antonio Fuoco, Ferrari SF16-H
2/16

Foto di: Ferrari

Antonio Fuoco, Ferrari SF15-T sotto la pioggia

Antonio Fuoco, Ferrari SF15-T sotto la pioggia
3/16

Foto di: XPB Images

Antonio Fuoco, Ferrari Driver Academy

Antonio Fuoco, Ferrari Driver Academy
4/16

Foto di: XPB Images

Antonio Fuoco, Ferrari SF15-T sotto la pioggia

Antonio Fuoco, Ferrari SF15-T sotto la pioggia
5/16

Foto di: XPB Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
6/16

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, effettua un pit stop

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, effettua un pit stop
7/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90
8/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
9/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
10/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ferrari SF90, dettaglio del freno anteriore

Ferrari SF90, dettaglio del freno anteriore
11/16

Foto di: Giorgio Piola

Ferrari SF90: dettaglio del diffusore posteriore

Ferrari SF90: dettaglio del diffusore posteriore
12/16

Foto di: Giorgio Piola

Ferrari SF90: dettaglio sospensione anteriore

Ferrari SF90: dettaglio sospensione anteriore
13/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pit board di Mick Schumacher, Ferrari

Pit board di Mick Schumacher, Ferrari
14/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mick Schumacher, Ferrari, parla con il team Ferrari

Mick Schumacher, Ferrari, parla con il team Ferrari
15/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari

Laurent Mekies, Sporting Director, Ferrari
16/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Bottas sulle ali 2019: "Chi è davanti può sempre controllare la gara"

Articolo precedente

Bottas sulle ali 2019: "Chi è davanti può sempre controllare la gara"

Prossimo Articolo

Miami cambia rotta per la F1: niente circuito in centro, si va vicino allo stadio dei Dolphins

Miami cambia rotta per la F1: niente circuito in centro, si va vicino allo stadio dei Dolphins
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Antonio Fuoco
Autore Roberto Chinchero