F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: ecco il nuovo terzo elemento della sospensione anteriore!

condivisioni
commenti
Ferrari: ecco il nuovo terzo elemento della sospensione anteriore!
Di:
24 ago 2017, 14:14

Sulla SF70H fa il suo debutto a Spa la sospensione anteriore rivista nel terzo elemento che è stata sperimentata con successo da Vettel e Raikkonen nei test svolti all'Hungaroring. Scopriamo a che cosa serve nella sfida con la Mercedes...

La Ferrari ha montato sulle SF70H portare a Spa la sospensione anteriore modificata che è stata collaudata con successo in occasione dei test all’Hungaroring che hanno fatto seguito al GP di Ungheria. Tanto Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen avevano dato il loro ok alle modifiche del terzo elemento che permettono di gestire meglio l’assetto Rake.

Ferrari SF70H, dettaglio della sospensione anteriore
Ferrari SF70H, dettaglio del nuovo terzo elemento che è già stato sperimentato nei test di Budapest

Photo by: Giorgio Piola

Nell’immagine che pubblichiamo sopra è possibile osservare il nuovo terzo ammortizzatore (caratterizzato anche da una molla più grande e con più filo) che è stato strumentato per raccogliere dei dati: pur mantenendo lo stesso schema nei cinematismi la Ferrari pare che riesca a sfruttare un assetto meno resistente alle alte velocità grazie alla gestione dei molleggi che ora è molto più precisa rispetto alla soluzione precedente, sotto.

Ferrari SF70H, sospensione anteriore
Ferrari SF70H: la sospensione anteriore di inizio stagione della SF70H

Photo by: Giorgio Piola

Se la Rossa mostra un assetto molto picchiato alle velocità più basse (Rake), riesce ad avere una configurazione quasi piatta al crescere della velocità, migliorando sensibilmente il coefficiente di penetrazione e quindi l’efficienza aerodinamica della SF70H che nella prima parte della stagione è parsa decisamente più resistente rispetto alla Mercedes W08.

Pur non adottando un terzo elemento idraulico che è in fase di studio per la monoposto 2018, la Ferrari è riuscita a trovare una diversa taratura degli assetti che gli permette di controllare meglio le variazioni d’altezza, stabilizzando il comportamento della Rossa in rettilineo.

Gli effetti positivi di queste modifiche si riverberano anche sul motore: la minore resistenza, infatti, oltre a consentire velocità massime più alte, permette di risparmiare del carburante. I motoristi di Zimmerman, infatti, stanno approntando la power unit numero 4 (che sarà sperimentata in Belgio dalla Haas) con i pistoni in lega di acciaio in luogo di quelli più tradizionali in lega di alluminio perché è previsto un sensibile aumento della pressione in camera di combustione e, quindi, della potenza.

Ferrari SF70H nel garage
Ferrari SF70H: ecco la nuova sospensione anteriore che debutta a Spa

Photo by: Giorgio Piola

Prossimo Articolo
Sauber: la pinna del cofano è più bassa, resta la deriva in coda

Articolo precedente

Sauber: la pinna del cofano è più bassa, resta la deriva in coda

Prossimo Articolo

Raikkonen: "Il rinnovo? Era ciò che volevo. Se Vettel rimane è perfetto"

Raikkonen: "Il rinnovo? Era ciò che volevo. Se Vettel rimane è perfetto"
Carica commenti