Ferrari 2022: già superato il crash test anteriore!

Il team di Maranello sta lavorando su tre fronti: oltre a portare avanti lo sviluppo della SF1000 e quello dell'evoluzione 2021, i tecnici del Cavallino non stanno perdendo tempo sulla Rossa del 2022 quando la Ferrari vorrà tornare a essere protagonista nel mondiale di F1. Il muso della macchina a effetto suolo ha ottenuto l'omologazione FI . Anche la Renault avrebbe superato brillantemente il crash test anteriore.

Ferrari 2022: già superato il crash test anteriore!

A Maranello si sta lavorando su più fronti: sullo sviluppo attuale della SF1000, sulle modifiche della Rossa per la prossima stagione che potrà contare su una power unit completamente nuova rispetto al deludente motore 065/2 che sta correndo, ma, soprattutto, sta procedendo la progettazione della Ferrari a effetto suolo che farà il suo debutto nel 2022, quando ci sarà la rivoluzione regolamentare della F1 voluta da FIA e Liberty in accordo con le squadre.

Fra le anticipazioni che Motorsport.com ha raccolto c’è una notizia interessante: la Ferrari avrebbe effettuato il crash test anteriore della monoposto 2022, segno che nella Gestione Sportiva non si vuole perdere tempo su un progetto che deve rilanciare il Cavallino rampante nella lotta per il titolo mondiale.

Se l’aerodinamica del 2022 potrà essere studiata solo a partire dal 1 gennaio 2021, per i limiti di natura regolamentare, non esistono vincoli di progetto per quanto riguarda le parti strutturali e a Maranello stanno dedicando uomini e risorse alla monoposto che deve rilanciare le sorti della Ferrari nei GP.

A quanto ci risulta sono due le squadre che hanno superato il crash test frontale con il muso 2022: oltre alla Ferrari, infatti, avrebbe avuto il bollino verde della FIA anche la Renault (che si chiamerà Alpine).

Non è detto che la prima soluzione omologata vada in macchina fra due campionati, ma è evidente che lo staff tecnico che comprende Enrico Cardile e Simone Resta sta procedendo nel rispetto delle tempistiche che sono state varate nel Reparto Corse e, nonostante i ritardi dovuti al COVID-19, i piani sono perfettamente in linea con le aspettative.

condivisioni
commenti
F1 2020: gli orari TV di Sky e TV8 del GP del Portogallo

Articolo precedente

F1 2020: gli orari TV di Sky e TV8 del GP del Portogallo

Prossimo Articolo

Haas: Mazepin vicinissimo a firmare per il 2021!

Haas: Mazepin vicinissimo a firmare per il 2021!
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021