Yamamoto: "Tre piste su sei favorevoli a Red Bull. non Austin"

Il manager giapponese della Honda ha elaborato una tabella sulle restanti sei gare nel calendario di F1: "L’obiettivo nel GP degli Stati Uniti è mantenere il comando nella classifica generale, se ci riusciremo, potremo affrontare le tappe di Messico e Brasile con maggiore tranquillità. Sono due piste sulle quali abbiamo buoni precedenti, quindi mi aspetto che si possa puntare al massimo risultato".

Yamamoto: "Tre piste su sei favorevoli a Red Bull. non Austin"

Mancano sei gare alla conclusione del campionato mondiale 2021, e l’obiettivo della Honda è molto chiaro: vincerne almeno tre.

L’amministratore delegato del programma Honda F1, Masashi Yamamoto, ha confermato quali sono gli obiettivi di tappa che dovrebbero portare Max Verstappen alla conquista del suo primo titolo Mondiale.

Il manager giapponese ha indicato le piste su cui la Red Bull potrà puntare alla vittoria e quelle in cui dovrà correre in difesa, dipingendo uno scenario che dovrebbe concludersi a favore di Max.

“L’obiettivo nel Gran Premio degli Stati Uniti è mantenere il comando nella classifica generale – ha commentato Yamamoto in un’intervista concessa ad auto sport giapponese – se ci riusciremo, potremo affrontare le tappe di Messico e Brasile con maggiore tranquillità. Sono due piste sulle quali abbiamo buoni precedenti, quindi mi aspetto che si possa puntare al massimo risultato".

"Oltre che su questi due tracciati, credo che saremo in una buona posizione anche ad Abu Dhabi, lo scorso anno a Yas Marina Max è stato in grado di scattare dalla pole position e vincere la corsa senza mai essere impensierito dagli avversari, quindi la ritengo un’ottima opportunità”.

Leggi anche:

Secondo la tabella di marcia di Yamamoto se Max riuscirà ad uscire da Austin al comando della classifica piloti avrebbe tutto per imporsi in tre delle ultime cinque gare, uno scenario decisamente favorevole all’olandese.

Ma non sarà semplice per Verstappen contenere la risposta di Hamilton spera di dare nella ‘sua’ Austin, pista che lo ha visto vincitore in ben cinque delle otto gare disputate a partire dal 2012. Se Lewis allungherà la sua striscia di successi, per Max diventerà cruciale la conquista della piazza d’onore, risultato che abbinato al giro più veloce porterebbe l’olandese a 281,5 punti, esattamente lo stesso punteggio che raggiungerebbe Hamilton confermandosi vincitore.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Podcast | Ayrton, trent'anni da Suzuka 1991
Articolo precedente

Podcast | Ayrton, trent'anni da Suzuka 1991

Prossimo Articolo

F1 | Aston Martin, peso fondamentale per la livrea del 2022

F1 | Aston Martin, peso fondamentale per la livrea del 2022
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021