Un virus informatico tra i problemi della Marussia

Un virus informatico tra i problemi della Marussia

Negli ultimi quattro giorni di test in Bahrein ne sono successe davvero di tutti i colori alla squadra di Banbury

Ne sono successe davvero di tutti i colori alla Marussia durante la quattro giorni di test che si è conclusa sabato in Bahrein. La squadra di Banbury praticamente è rimasta a secco di informazioni sulla sua MR03, mettendo insieme la miseria di 29 giri per problemi di varia natura. Il più curioso però è quello in cui è incappata nella prima giornata, nella quale è stata colpita da un virus informatico. "E' iniziato tutto con un primo disastro, quando siamo stati infettati da un virus Trojan e questo ci è costato la parte migliore della giornata. Purtroppo era solo l'inizio... Il secondo giorno abbiamo fatto 17 giri, lavorando per risolvere i problemi. Sembravamo esserci riusciti, ma il venerdì poi abbiamo avuto un guasto al motore e ci abbiamo messo tutto il giorno per cambiarlo. L'ultimo giorno, infine, abbiamo avuto tutta una serie di piccole noie, ma il guaio è che con queste nuove vetture anche le problematiche minori portano via un sacco di tempo" ha raccontato il team principal John Booth ad Autosport. Tra Jerez e Sakhir la MR03 ha girato pochissimo, quindi inizia ad esserci anche un po' di preoccupazione in vista dell'esordio stagionale in Australia: "Mentirei se dicessi che non sono preoccupato minimamente. Sicuramente i nostri problemi sono tutti risolvibili e per questo sono fiducioso, ma è anche vero che non abbiamo ancora avuto modo di fare alcun tipo di lavoro sul set-up. Se non altro, abbiamo già fatto dei passi avanti con l'impianto frenante. L'unica cosa certa però è che dobbiamo provare a sfruttare al massimo i quattro giorni di test di questa settimana".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Max Chilton , Jules Bianchi
Articolo di tipo Ultime notizie