Vettel drastico: "Siamo in lotta per il centro gruppo"

Quasi a voler sconfessare le parole di Mattia Binotto di domenica, il pilota tedesco sostiene che la posizione attuale della Ferrari non è cambiata: "Credo che alla fine siamo stati nello stesso gruppo in cui eravamo in Ungheria e Austria". Il tedesco poi spegne le speculazioni sul suo futuro dopo il tam tam mediatico che si è scatenato per aver lasciato domenica Silverstone con Otmar Szafnauer, team principal Racing Point.

Vettel drastico: "Siamo in lotta per il centro gruppo"

Nella stagione che rischia di essere la più difficile da quando è in Formula 1, Sebastian Vettel gode di un’attenzione mediatica inferiore solo a quella riservata al leader del Mondiale, Lewis Hamilton.

L’interesse per il futuro di Seb terrà banco fino al giorno in cui non sarà chiaro dove sarà nel 2021, e basta davvero poco a scatenare la caccia allo scoop.

Domenica sera Vettel è uscito dal circuito di Silverstone insieme al team principal della Racing Point, Otmar Szafnauer, ed è iniziato un tam tam immediato, a cui Seb ha risposto oggi nella conferenza stampa pre-GP.

“Si è tutto vero – ha confermato – sono uscito dal circuito insieme a Otmar, e sapete dove siamo andati? In una stazione di servizio, poi ho proseguito per la mia strada. Aveva una Ferrari Pista, doveva fare benzina e siamo andati via insieme. Trovo un po' imbarazzante che si possa creare una storia da una circostanza di questo tipo, ma va bene così".

"Anche se saluto nel paddock Lawrence (Stroll) o Christian (Horner) diventa una storia. Giusto per chiarire: conosco Otmar da parecchio tempo, ed ero anche già stato nella sua auto ma nessuno si era interessato tempo fa. Non credo sia strano scambiare quattro chiacchiere con una persona che conosci da anni, almeno non lo è per me”.

Terminato il tormentone ‘futuro’, Vettel non ha molto da aggiungere sul momento tecnico della Ferrari.
“Sappiamo che al momento la nostra zona di classifica è a metà gruppo – ha spiegato – ed è una zona in cui i margini tra le squadre sono molto ridotti. Quindi a seconda di come va il fine settimana sai che la posizione di qualifica rischia di essere quella che avrà il maggiore effetto sul risultato finale, perché quando le differenze sono molto ridotte è difficile recuperare posizioni”.

L’analisi post-Silverstone di Mattia Binotto, secondo la quale lo scorso fine settimana la Ferrari ha trovato un paio di decimi ottimizzando il pacchetto tecnico, non trova Vettel d’accordo:
“Credo che alla fine siamo stati nello stesso gruppo in cui eravamo in Ungheria e Austria, non penso che sia cambiato molto".

"Sembra che abbiamo corso con meno ala rispetto ad altri team, e questo ci ha consentito di migliorare la nostra performance sui rettilinei, ma ovviamente abbiamo dovuto cedere qualcosa nelle curve, quindi complessivamente credo che ci siamo confermati dove eravamo nelle gare precedenti, magari può esserci stato qualche miglioramento relativo, ma eravamo sempre lì in lotta con gli stessi avversari”.

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
1/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari passeggia sulla pista con i suoi ingegneri
Sebastian Vettel, Ferrari passeggia sulla pista con i suoi ingegneri
2/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
3/11

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/11

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, alza della polvere e scintille
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, alza della polvere e scintille
5/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
6/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dettagli delle pance della, Ferrari SF1000 , di Sebastian Vettel
Dettagli delle pance della, Ferrari SF1000 , di Sebastian Vettel
8/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/11

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen: "Provare il format di 2 giorni a Imola è stupido!"

Articolo precedente

Verstappen: "Provare il format di 2 giorni a Imola è stupido!"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Smettete di dirmi 'razzista' perché non mi inginocchio"

Leclerc: "Smettete di dirmi 'razzista' perché non mi inginocchio"
Carica commenti
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021
Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti” Prime

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In quest puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli tornano a parlare di quanto successo a Monza tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Non è la prima volta che i due vanno a contatto e non sarà nemmeno l'ultima, secondo Ceccarelli...

Formula 1
15 set 2021