Vettel drastico: "Siamo in lotta per il centro gruppo"

Quasi a voler sconfessare le parole di Mattia Binotto di domenica, il pilota tedesco sostiene che la posizione attuale della Ferrari non è cambiata: "Credo che alla fine siamo stati nello stesso gruppo in cui eravamo in Ungheria e Austria". Il tedesco poi spegne le speculazioni sul suo futuro dopo il tam tam mediatico che si è scatenato per aver lasciato domenica Silverstone con Otmar Szafnauer, team principal Racing Point.

Vettel drastico: "Siamo in lotta per il centro gruppo"

Nella stagione che rischia di essere la più difficile da quando è in Formula 1, Sebastian Vettel gode di un’attenzione mediatica inferiore solo a quella riservata al leader del Mondiale, Lewis Hamilton.

L’interesse per il futuro di Seb terrà banco fino al giorno in cui non sarà chiaro dove sarà nel 2021, e basta davvero poco a scatenare la caccia allo scoop.

Domenica sera Vettel è uscito dal circuito di Silverstone insieme al team principal della Racing Point, Otmar Szafnauer, ed è iniziato un tam tam immediato, a cui Seb ha risposto oggi nella conferenza stampa pre-GP.

“Si è tutto vero – ha confermato – sono uscito dal circuito insieme a Otmar, e sapete dove siamo andati? In una stazione di servizio, poi ho proseguito per la mia strada. Aveva una Ferrari Pista, doveva fare benzina e siamo andati via insieme. Trovo un po' imbarazzante che si possa creare una storia da una circostanza di questo tipo, ma va bene così".

"Anche se saluto nel paddock Lawrence (Stroll) o Christian (Horner) diventa una storia. Giusto per chiarire: conosco Otmar da parecchio tempo, ed ero anche già stato nella sua auto ma nessuno si era interessato tempo fa. Non credo sia strano scambiare quattro chiacchiere con una persona che conosci da anni, almeno non lo è per me”.

Terminato il tormentone ‘futuro’, Vettel non ha molto da aggiungere sul momento tecnico della Ferrari.
“Sappiamo che al momento la nostra zona di classifica è a metà gruppo – ha spiegato – ed è una zona in cui i margini tra le squadre sono molto ridotti. Quindi a seconda di come va il fine settimana sai che la posizione di qualifica rischia di essere quella che avrà il maggiore effetto sul risultato finale, perché quando le differenze sono molto ridotte è difficile recuperare posizioni”.

L’analisi post-Silverstone di Mattia Binotto, secondo la quale lo scorso fine settimana la Ferrari ha trovato un paio di decimi ottimizzando il pacchetto tecnico, non trova Vettel d’accordo:
“Credo che alla fine siamo stati nello stesso gruppo in cui eravamo in Ungheria e Austria, non penso che sia cambiato molto".

"Sembra che abbiamo corso con meno ala rispetto ad altri team, e questo ci ha consentito di migliorare la nostra performance sui rettilinei, ma ovviamente abbiamo dovuto cedere qualcosa nelle curve, quindi complessivamente credo che ci siamo confermati dove eravamo nelle gare precedenti, magari può esserci stato qualche miglioramento relativo, ma eravamo sempre lì in lotta con gli stessi avversari”.

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
1/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari passeggia sulla pista con i suoi ingegneri
Sebastian Vettel, Ferrari passeggia sulla pista con i suoi ingegneri
2/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
3/11

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/11

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, alza della polvere e scintille
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, alza della polvere e scintille
5/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
6/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dettagli delle pance della, Ferrari SF1000 , di Sebastian Vettel
Dettagli delle pance della, Ferrari SF1000 , di Sebastian Vettel
8/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/11

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/11

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen: "Provare il format di 2 giorni a Imola è stupido!"
Articolo precedente

Verstappen: "Provare il format di 2 giorni a Imola è stupido!"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Smettete di dirmi 'razzista' perché non mi inginocchio"

Leclerc: "Smettete di dirmi 'razzista' perché non mi inginocchio"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021