Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP di Gran Bretagna

F1 | Verstappen super: 4° nonostante 100 punti di carico persi in Q1

Verstappen ha ottenuto il quarto tempo nelle Qualifiche di Silverstone nonostante i danni ingenti al fondo provocati dall'uscita di pista in Q1 alla Copse con pista bagnata.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

100 punti di carico aerodinamico. Un'enormità. Max Verstappen ha parlato del danno arrecato alla sua monoposto nell'uscita di pista fatta con pista umida durante la Q1 delle Qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna alla curva Copse.

L'errore di Max è arrivato poco dopo aver montato gomme da asciutto di mescola Soft. L'asfalto, almeno in alcune parti della pista, si è rivelato ancora umido e l'olandese è stato sorpreso alla Copse, finendo nella via di fuga in ghiaia.

In quel punto, in quel determinato momento, ha danneggiato molto il fondo della sua monoposto, andando così a comprometterne le prestazioni per il prosieguo delle prove ufficiali disputate a Silverstone.

"Inizialmente erano 100 punti di carico aerodinamico persi. Ed erano tantissimi. Poi siamo riusciti a ridurre quel numero, ma è rimasto comunque considerevole".

Per dare un'idea dei problemi avuti da Verstappen, si calcola che 10 punti di carico persi equivalgano più o meno a un decimo di secondo. 100 punti, va da sé, diventano un secondo.

"Quell'uscita in Q1 è stata davvero super sfortunata", ha proseguito il 3 volte campione del mondo in carica. "Sono uscito in curva 7 ma in quel punto aveva già iniziato a piovere. Dunque sapevo che con i piloti davanti a me erano senza gomme da pioggia".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

"Sapevo che in Q1 avremmo avuto bisogno di fare almeno un giro lanciato con gomme da asciutto, perché non si sa mai, se la pioggia fosse tornata a cadere, la sessione sarebbe terminata lì e non ce lo potevamo permettere. Naturalmente ho cercato di fare quel giro. Ho rallentato arrivato in quel punto perché vedevo sulla visiera del casco che stava iniziando a piovere, ma la vettura è scivolata e ho dovuto provare a evitare di metterla nel muro, finendo fuori dalla traiettoria".

"A quel punto sono finito nella via di fuga in ghiaia e il fondo s'è distrutto. Ho perso un bel po' di pezzi della monoposto, anche se il team ha fatto un buon lavoro nel tentativo di recuperare alcuni pezzi e di ottimizzare il bilanciamento tra anteriore e posteriore. Ma l'uscita di pista ha rovinato le mie qualifiche".

"Sono contento di aver comunque concluso in Q3, dati i danni che abbiamo avuto. Essere in quarta posizione è una sorpresa senza dubbio positiva".

Il team, durante le qualifiche, ha cercato di riparare più danni possibili. Ma questo ha spesso cambiato il bilanciamento della RB20 numero 1.

"I ragazzi hanno continuato a lavorare sul fondo per sistemarlo, ma il bilanciamento, in questo modo, cambiava giro dopo giro. Da parte mia cambiavo qualcosa dal volante giro dopo giro per trovare un compromesso migliore. Probabilmente, in alcuni punti, abbiamo esagerato per compensare, ma in Q3 ho comunque fatto un buon giro".

"Ho cercato di spingere al massimo, di sfruttare la pista ogni volta che potevo, perché naturalmente nelle alte velocità il carico non c'era e in alcune curve andavo più piano rispetto alle prove libere. Però sì, abbiamo davvero ottenuto il massimo possibile con i danni c he avevamo".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Mercedes capitalizza il potenziale, ma la McLaren è sprecona
Prossimo Articolo F1 | McLaren: scelto un assetto più carico per il rischio pioggia

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia