F1 | Verstappen: "Serve weekend perfetto per vincere il titolo"

Max Verstappen pensa di aver bisogno di un weekend perfetto al Gran Premio del Giappone di Formula 1 per conquistare il suo secondo titolo Mondiale.

F1 | Verstappen: "Serve weekend perfetto per vincere il titolo"
Carica lettore audio

Il pilota della Red Bull si presenta a Suzuka con un vantaggio di 104 punti sul rivale più vicino, Charles Leclerc, con il compagno Sergio Perez che è due punti più indietro. Per assicurarsi il titolo questo fine settimana, dovrà concludere la gara con 112 punti di vantaggio su entrambi.

La strada più "semplice" per Verstappen per chiudere i giochi sarebbe vincere la gara e far segnare il giro più veloce, perché questo gli garantirebbe i punti di cui ha bisogno, indipendentemente dal piazzamento di Leclerc e Perez.

Ma se dovesse vincere la gara e non ottenere il giro più veloce, con Leclerc secondo, allora la sua festa sarebbe rimandata alla gara successiva, negli Stati Uniti.

Sebbene il tutto sia nelle mani di Verstappen, che è consapevole del fatto che il Giappone sarebbe il luogo migliore per conquistare il titolo, a causa degli stretti rapporti che la Red Bull continua ad avere con Honda, l'olandese è consapevole di aver bisogno di un weekend perfetto.

Quando gli è stato domandato cosa significherebbe conquistare il titolo in Giappone, Verstappen ha detto: "Lo renderebbe più speciale, visto il nostro rapporto con Honda".

"Penso che sia stato un peccato non poter correre qui l'anno scorso quando eravamo in lotta per il titolo. Quindi non vediamo l'ora di tornare qui. E poi vedremo cosa succederà. Abbiamo bisogno di un weekend perfetto, questo è certo".

Il riferimento di Verstappen ad un weekend perfetto arriva dopo una gara difficile a Singapore, dove l'olandese e la sua squadra hanno gettato al vento la prima possibilità di conquistare il titolo.

Un venerdì difficile, poi un errore nel calcolo del carburante per la qualifica ed una gara complicata hanno impedito a Verstappen di laurearsi campione con cinque gare d'anticipo.

Max quindi guarda a quanto accaduto a Marina Bay come ad un ottimo esempio di cosa non fare, anche se sono stati tutti problemi abbastanza semplici da risolvere.

"Voglio dire, basta fare attenzione al livello di carburante, non c'è molto da cambiare", ha detto.

"Quando si fa rifornimento alla vettura per cinque giri, se ne possono fare cinque, non sei. Ma non è questo. Voglio dire, abbiamo avuto un venerdì molto scarso in termini di quanto abbiamo girato ed anche lì credo che le cose siano andate storte".

"Abbiamo apportato una modifica alla vettura, che non abbiamo potuto provare, ovviamente, perché la pista era bagnata, e l'abbiamo portata in gara. Quindi sì, è stato un fine settimana molto incerto e credo che sia un ottimo esempio di come non si vuole che vada un fine settimana".

"Quindi si impara da questo. Ma non c'è nulla che debba cambiare improvvisamente nella squadra. Sappiamo tutti che è stato un weekend negativo. Ma quest'anno abbiamo dimostrato di avere avuto molti weekend molto buoni, quindi sappiamo come fare".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18

Photo by: Lionel Ng / Motorsport Images

Max accoglie il ritorno del marchio Honda

Dopo l'interruzione causata dalla pandemia del COVID-19, Suzuka torna in calendario questo fine settimana per la prima volta dal 2019, e la Honda, che aveva lasciato formalmente la Formula 1 alla fine del 2021, ma continuerà a fornire i motori alla Red fino al 2025, ha aumentato il suo sostegno alla squadra di Milton Keynes proprio alla vigilia.

In vista della gara di casa, il logo Honda sarà presente sulle vetture di Red Bull ed AlphaTauri, mentre Sergio Perez diventerà ambasciatore della Honda School Racing.

Dopo la rottura definitiva della partnership che sarebbe dovuta iniziare con la Porsche nel 2026, si ipotizza che la Honda possa tornare in F1 in qualità di fornitore, proprio a supporto di Red Bull Powertrains.

Quando gli è stato chiesto da Motorsport.com del maggior supporto da parte Honda, Verstappen ha detto: "E' fantastico vedere di nuovo il nome completo sulla macchina. Voglio dire, era già presente con HRC, quindi Honda non è mai andata via".

"Il fatto che siano tornati sulla vettura proprio prima del loro Gran Premio di casa rende il tutto ancora più speciale. Abbiamo lavorato molto bene insieme. E' stato davvero piacevole in termini di rapporto di lavoro. Rispetto all'anno scorso, comunque, non è cambiato molto".

"Sono molto contento che il nome sia tornato ad essere più visibile. Per quanto riguarda il futuro, è troppo presto per parlarne. Ma credo che in generale il nome Honda per la F1 sia fantastico. Sarebbe molto bello vederli tornare di nuovo".

Leggi anche:
condivisioni
commenti

Video | Comas: "Una vita fra la F1 e la passione per la Stratos"

F1 | Sainz: "Dobbiamo vincere un GP prima della fine dell'anno"