Verstappen perde una grande occasione, ma sbaglia anche Red Bull

Max si è visto cancellare il tempo che in Q3 gli avrebbe permesso di conquistare la pole, perché è finito largo in curva 4 per cui la prestazione gli è stata cancellata. L'olandese era convinto di potersi ripetere, ma il team di Milton Keynes ha sbagliato i tempi nel mandarlo in pista: non gli hanno permesso di effettuare due giri di lancio per scaldare le gomme e poi lo hanno mandato nel traffico.

Verstappen perde una grande occasione, ma sbaglia anche Red Bull

Il terzo posto per Max Verstappen e la Red Bull è amarissimo. In altri periodi partire alle spalle delle due Mercedes era il traguardo massimo, e a fine qualifica tutti si davano il ‘cinque’ consci di aver fatto tutto il possibile.

Oggi la situazione è bene diversa, la RB16B sul giro secco ha ancora un piccolo margine sulla Mercedes ma per la seconda volta in due gare non è Verstappen a partire dalla pole position. Ma se a Imola era stato Max a commettere un errore nel momento clou, a Portimao hanno pasticciato sia il pilota che la squadra.

Il giro della pole in realtà Verstappen lo ha completato, ottenendo il tempo di 1’18”209, ma ha commesso un errore alla curva 4 che lo ha portato all’esterno del cordolo. In realtà Max non ha guadagnato nulla, ma i sensori non sono dotati di buon senso, quindi ‘tagliano’ il giro a prescindere.

Le regole sono ben chiare per tutti e lo sammo anche in Red Bull. Quando dal muretto box hanno comunicato a Verstappen che il suo crono era stato cancellato, l’olandese non ha fatto drammi: “Lo rifacciamo”.

A quel punto per Max è rimasto un solo colpo, che sarebbe stato sufficiente ad ottenere la pole position, ma in questo frangente a sbagliare è stata la strategia della squadra.

La Red Bull è la monoposto che in questa prima fase del Mondiale ha confermato di riuscire a scaldare le gomme in tempi molto più rapidi della concorrenza, una ‘dote’ che è stata strategica in diverse situazioni sia in Bahrain che (soprattutto) ad Imola, ma paradossalmente a Portimao ha innescato una situazione risultata cruciale sul bilancio delle qualifiche.

L’ultimo ‘run’ della Q3 vede normalmente le monoposto uscire dai box a circa due minuti dalla bandiera a scacchi, mentre oggi tutti sono usciti dai box a 3 minuti e mezzo dal termine della sessione, un segnale chiaro che tutti avevano programmato due giri di riscaldamento degli pneumatici prima di lanciarsi.

La Red Bull, che necessita di un solo giro di warm-up, aveva due possibilità: ritardare l’ingresso in pista di Max, o chiedergli di completare anch’egli due giri di riscaldamento. Invece gli ingegneri hanno deciso di fare come al solito lanciandosi dopo una sola tornata, ed è stato un suicidio, perché mentre l’olandese era impegnato a spingere per l’assalto alla pole position ha dovuto superare altre tre monoposto che procedevano lentamente per scaldare le gomme.

Verstappen è riuscito a sfilare Norris senza pagare molto, mentre quando è arrivato dietro a Vettel (alla curva 14) ha perso tempo pagando poi il calo di velocità in uscita di curva fino al traguardo.

Quando Verstappen ha tagliato il traguardo mancava poco più di un minuto al termine della sessione, un tempo non sufficiente per un giro di cool-down e ricarica dell’ibrido.

Lo stesso Max alla vigilia del weekend portoghese lo aveva sottolineato: “per vincere bisogna fare tutto bene, altrimenti con i valori in campo che ci sono oggi è impossibile”. È stato, suo malgrado, profeta, ma oggi (a differenza di Imola) la colpa non è solo sua.

condivisioni
commenti
Binotto: "Per la Ferrari il bicchiere è mezzo pieno"

Articolo precedente

Binotto: "Per la Ferrari il bicchiere è mezzo pieno"

Prossimo Articolo

Hamilton: “Mi aspettavo che Max tirasse fuori il coniglio dal cilindro”

Hamilton: “Mi aspettavo che Max tirasse fuori il coniglio dal cilindro”
Carica commenti
Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante" Prime

Podcast, Bobbi: "Hamilton, un 'ingegnere' al volante"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu l'andamento delle prime prove libere del GP di Spagna di Formula 1. A stupire è l'abilità di Hamilton di effettuare del "fine tuning" seguendo via radio le indicazioni del suo ingegnere di pista

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì" Prime

Piola: "Bene la Ferrari, ma non illudiamoci al venerdì"

Si apre ufficialmente il weekend del Gran Premio di Spagna. Nella giornata del venerdì di prove libere, domina Mercedes, ma è da evidenziare un piccolo segno di forza da parte della Ferrari. Attenzione a non illudersi, è solo venerdì. Andiamo ad analizzare quanto visto in pista in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola.

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza le Libere del GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull" Prime

Piola: "Barcellona da massimo carico, ma non per Red Bull"

Andiamo a scoprire le ultime novità tecniche delle scuderie di Formula 1 direttamente da Barcellona, dove il nostro Giorgio Piola è riuscito a carpirle sin nel dettaglio

Formula 1
6 mag 2021
F1 Stories: GP Portogallo 2021 Prime

F1 Stories: GP Portogallo 2021

Andiamo a rivivere le emozioni del GP del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di Formula 1

Formula 1
6 mag 2021
Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china Prime

Ecco come Alpine ha iniziato a risalire la china

Dopo un avvio di stagione a dir poco deludente, Alpine ha sfoderato un'ottima prestazione al GP del Portogallo con Ocon e Alonso. Ecco cosa c'è dietro ai miglioramenti delle A521 e perché potrebbero ripetersi anche al Montmelò, pista che nel 2021 le fece faticare.

Formula 1
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere" Prime

Podcast, Bobbi: "Track limits, situazione da risolvere"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio del Portogallo con Matteo Bobbi, due volte campione del mondo FIA GT e telecronista Sky Sport F1, e Marco Congiu. A Portimao Lewis Hamilton segna la vittoria numero 97 della carriera davanti a Verstappen e Bottas. A tenere banco sono le polemiche sull'annullamento del Giro più Veloce dell'olandese a seguito del superamento dei track limits

Formula 1
4 mag 2021