Verstappen: "Novità in arrivo!". Si rivedranno le "sterzanti" dietro?

L'olandese, parlando con l'edizione olandese di Motorsport.com, ha ammesso che la Mercedes ha fatto un passo avanti con il pacchetto aerodinamico introdotto a Silverstone, ma che la Red Bull aspetta degli aggiornamenti per ristabilire l'equilibrio. Max non teme che proseguire lo sviluppo della RB16B condizioni il progetto 2022. A Spa-Francorchamps rivedremo anche la simulazione delle ruote sterzanti posteriori?

Verstappen: "Novità in arrivo!". Si rivedranno le "sterzanti" dietro?

Max Verstappen vuole cancellare il ricordo degli ultimi due GP nei quali ha raccolto pochi punti iridati e nei quali ha dilapidato, non per colpa sua, il tesoretto di 32 punti che si era costruito nel GP d’Austria. Ora l’olandese si trova a inseguire Lewis Hamilton a 8 lunghezze, ma Max è fiducioso di giocarsi le sue chance iridate con la Red Bull.

Mentre Toto Wolff continua a ripetere come un mantra che la Mercedes ha portato l’ultimo aggiornamento aerodinamico a Silverstone e che la W12 non cambierà più da qui alla fine della stagione (anche se Valtteri Bottas aveva accennato a degli sviluppi attesi per Zandvoort), la Red Bull non ha mai fermato l’evoluzione della RB16B, sebbene tutte le squadre stiano dedicando risorse e uomini alle monoposto 2022 che rappresentano una vera rivoluzione rispetto alle F1 attuali.

Il manager austriaco in un’intervista alla Gazzetta dello Sport ha sottolineato che la Mercedes non cambierà la sua strategia, perché le regole 2022 influenzeranno la F1 nei prossimi anni e un errore nel progetto iniziale può richiedere molto tempo prima che venga corretto, per cui è molto maggiore il rischio di cosa si può perdere nel futuro prossimo, rispetto a quanto si può migliorare nel campionato in corso.

Tanto più che la Mercedes con il nuovo fondo visto in Gran Bretagna sembra aver trovato quell’equilibrio aerodinamico che le mancava, scavalcando la Red Bull nelle prestazioni, dopo il filotto di ben cinque successi di fila della RB16B.

Parlando in esclusiva all'edizione olandese di Motorsport.com, Verstappen ha dato la sua visione sull’argomento…
"Ad essere onesti, non la penso come Mercedes – ha detto Max - abbiamo già abbastanza persone che lavorano anche sulla macchina del prossimo anno. Il tema può essere discusso a lungo, ma personalmente non so nemmeno quanto sarà più o meno positivo il prossimo anno. A dire il vero non lo sa nessuno, per cui dovremo aspettare e vedere…”.

L’olandese non è stato molto fortunato negli ultimi due GP: al ritiro di Silverstone per il crash con Hamilton, ha fatto seguito il piazzamento dell’Hungaroring con la macchina seriamente danneggiata dalla collisione causata da Valtteri Bottas

"Nelle ultime due gare, abbiamo perso molti punti, ma la partita è ancora tutta da giocare. Penso che siamo molto vicini. Nelle ultime due gare la Mercedes è stata avvantaggiata dall’aver portato degli aggiornamenti, ma sappiamo che abbiamo che anche noi abbiamo delle novità da introdurre. Spero che ci diano qualcosa per migliorare il tempo sul giro”.

A Spa-Francorchamps sono attesi degli aggiornamenti aerodinamici per un assetto che sarà piuttosto scarico, ma, soprattutto, ci sarà nuovamente l’impiego della simulazione delle ruote sterzanti posteriori che erano finite nel cassetto per la difficoltà di messa a punto di una soluzione che, invece, è uno dei punti di forza delle frecce nere. Sarà quella l’arma in più di Milton Keynes in Belgio?

condivisioni
commenti
Montorsi, ing. Ferrari: "Qui donne non discriminate, altrove sì"

Articolo precedente

Montorsi, ing. Ferrari: "Qui donne non discriminate, altrove sì"

Prossimo Articolo

Schumacher: "Il giorno della gara a Spa sarà emozionante"

Schumacher: "Il giorno della gara a Spa sarà emozionante"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021