Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP di Spagna

F1 | Verstappen in pole: "La macchina oggi era sui binari"

Max Verstappen ha ottenuto la quarta pole position stagionale dominando le qualifiche del Gran Premio di Spagna. Il mezzo secondo sulla concorrenza non rappresenta del tutto la supremazia nel sabato catalano, perché il team gli ha chiesto di non completare l'ultimo tentativo. L'olandese ha elogiato il team per il lavoro svolto sulla vettura, perfetta da guidare.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19

In quella che forse è stata la qualifica più strana di questo avvio di stagione, l’unica costante è Max Verstappen, ancora una volta dominatore indiscusso del sabato. Quattro decimi che però non raccontano l’intera storia, perché l’olandese avrebbe potuto migliorarsi ulteriormente se il team non gli avesse chiesto di abortire il giro conclusivo negli ultimi minuti della Q3, dove era stato in grado di togliere un altro decimo e mezzo nel secondo settore rispetto al tentativo precedente.

Una pole che, in realtà, non è mai stata davvero in discussione, a partire dalla Q1, conclusa in serenità anche risparmiando un set di gomme soft per il resto della qualifica nonostante un impeding da parte di Pierre Gasly in curva tre.

Ma il momento in cui Verstappen ha iniziato davvero a fare la differenza è stato il primo tentativo della Q3 dove, seppur fosse l’unico a poter contare su un set di gomme nuovo come Hamilton, era riuscito a concludere il giro con un vantaggio di quasi nove decimi proprio sul britannico della Mercedes, che in quel momento si trovava in seconda posizione.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Sul finale, gli altri piloti che nel primo tentativo avevano montato gomma usata, come Carlos Sainz o Lando Norris, sono poi riusciti a riavvicinarsi, fino a portarsi a mezzo secondo di distacco. Chiaramente il portacolori della Red Bull avrebbe potuto togliere qualche altro decimo dal suo miglior crono, come dimostra il decimo e mezzo guadagnato nel secondo settore rispetto al run di inizio Q3. Un sabato completamente all'opposto del compagno di squadra, Sergio Perez, fuori in Q2 dopo non essere riuscito a trovare la giusta confidenza con la monoposto e dopo le difficoltà nel portare le gomme nel giusto range di funzionamento.

“La macchina era davvero buona. Naturalmente le qualifiche sono iniziate in modo un po' complicato a causa del tempo, ma una volta che ha iniziato ad asciugarsi e ora in Q3, la macchina era sui binari ed è stato davvero, davvero piacevole guidare oggi”, ha raccontato il pilota della Red Bull al termine delle qualifiche, con una prima posizione che lo pone nella situazione ideale per puntare alla vittoria nella giornata di domani.

Un successo come quello del lontano 2016, quando proprio sulla pista catalana Verstappen raccolse la sua prima vittoria nella massima categoria. “Adoro venire a Barcellona in generale, adoro la pista. Adoro i tifosi. Amano davvero le corse. E ho avuto molti bei ricordi qui. E spero che domani ne avremo un altro”, ha poi aggiunto l’olandese.

 

Leggi anche:

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Sainz: "Posizione migliore per provare a salire sul podio"
Prossimo Articolo F1 | Alonso paga un danno al fondo, ma spera nella rimonta

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia