Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
Formula 1 GP di Spagna

F1 | Verstappen firma il settebello a Barcellona e Norris è battuto

Max si aggiudica il GP di Spagna collezionando la settima vittoria stagionale con una Red Bull che non è più la migliore monoposto del Circus. Ancora una volta l'olandese ci mette del suo per portare la RB20 al successo davanti a un deluso Norris secondo con la McLaren. Torna a podio Hamilton, mentre deludono le Ferrari, quinta e sesta.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

L'illusione di Lando Norris è durata fino alla prima staccata: il pilota McLaren al via ha tenuto d'occhio solo Max Varstappen che però lo ha sfilato con cattiveria all'interno alla prima curva, mentre George Russell con la Mercedes che si buttato all'esterno con una manovra magistrale è passato al comando, tenendo la testa della corsa per due giri. Poi l'olandese ha preso il controllo della corsa e non l'ha più ceduto se non nelle fasi di pit stop.

La Red Bull non è certo la migliore monoposto del momento, ma Verstappen ha dato un'altra dimostrazione del suo talento insuperabile per conquistare la 61esima vittoria in carriera nel GP di Spagna che è la settima affermazione stagionale e la quarta a Barcellona, la terza di fila. Il muretto di Milton Keynes ha avuto le idee chiare già prima della partenza quando ha mandato il tre volte campione del mondo al via con un treno di soft usate, mentre il poleman Norris aveva le nuove, riservandosi il set fresco per l'ultimo stint in modo da sfiancare la McLaren.

Verstappen vede sfumare il ruolo di sfidante nel mondiale di Charles Leclerc, perché emerge chiara la figura di Lando Norris che con il secondo posto a Montmelò diventa l'inseguitore con un distacco di 69 punti da Max e con due lunghezze di vantaggio sul monegasco. Max è un "mostro" perché rende semplici vittorie molto difficili, visto che oggi la MCL38 era la monoposto più competitiva. Lando ha chiuso a 2"2 dalla Red Bull cogliendo anche il giro più veloce (1'17"115), ma la partenza sbagliata gli è costata una possibile vittoria e la sconfitta brucia molto perché ha sprecato una grande occasione.

Il ragazzo di Zac Brown ha sentito la pressione e l'ha pagata, mentre l'imperturbabile Max raccoglie il pieno bottino: Lando con la pole e il giro veloce testimonia che il potenziale c'era e qualcosa ci ha lasciato per inesperienza. I due, come previsto, hanno fatto una gara a parte: dietro è spuntato Lewis Hamilton che torna sul podio dopo 12 GP. Il sette volte campione del mondo ha puntato sulle soft per l'ultimo stint di gara, mentre Russell è stato messo sulle hard. George, quindi, si è dovuto arrendere al più esperto compagno di squadra, ma ha mandato in visibilio il pubblico per il sorpasso all'esterno di Norris al giro 35 quando ha reagito alla manovra subita da Lando, quando i due hanno effettuato affiancati il tratto di pista dalla curva 3 fino alla 7. Poi la superiorità della vettura papaya ha fatto la differenza, ma Russell non esce da perdente da questo appuntamento, visto che nel finale ha dovuto difendersi dal disperato attacco di Charles Leclerc..

La Mercedes si erge a terza forza, scavalando la Ferrari che è la vera grande sconfitta di Barcellona. Gli aggiornamenti tecnici non hanno dato i risultati sperati e la SF-24 non consente a Charles Leclerc e Carlos Sainz di andare oltre il quinto e sesto posto. Il monegasco si è lamentato del contatto con Sainz alla prima curva del Giro 3, per cui c'è stata anche una inutile guerra fraticida mentre era il momento di salvare le gomme. La Scuderia non ha il passo per lottare al vertice: la Spagna mostra dei valori che sono cambiati perché McLaren e Mercedes non hanno portato novità, ma entrambe sono state davanti alle rosse aggiornate.

Oscar Piastri è settimo con la seconda McLaren: dispone di una monoposto vincente e l'incapacità in qualifica di sfruttare il materiale a disposizione (troppi errori), lo penalizza pesantemente. Alla McLaren mancano i punti importanti dell'australiano per accelerare l'inseguimento sulla Ferrari per diventare la seconda nel mondiale Costruttori: Maranello ha un vantaggio di 33 punti che non sono più molti. Nella Scuderia si devono allacciare le scarpe perché i risultati non sono pari alle aspettative e nelle prossime due settimane ci sono altri due appuntamenti su piste veloci: Red Bull Ring e Silverstone.

Sergio Perez ha tentato la carte delle tre soste: il messicano con la seconda Red Bull non è andato oltre un deludente ottavo posto. La RB20 non è più la macchina dominante di inizio stagione e Checo non riesce a tenere il passo del gruppo di testa. Inspiegabile oltre che inaccettabile, visto che Perez è scivolato  al quinto posto nell'iride piloti, mentre era saldamente secondo.

Le ultime due posizioni nella zona punti sono appannaggio dell'Alpine con PIerre Gasly poco avanati a Esteben Ocon. Qualcuno dirà che sono i primi segni della cura Briatore, ma è indubbio che a Enstone hanno imboccato la strada giusta per abbandonare il fondo della classifica. Ha mancato la zona punti Nico Hulkenberg con la migliore Haas e il tedesco è l'ultimo pilota a pieni giri, visto che tutti gli altri sono stati doppiati.

Il primo in questa lista è Fernando Alonso con l'Aston Martin: l'iberico per la 21esima volta in gara davanti al suo pubblico è costretto ad un ruolo da comprimario che certo non gli può piacere. Farà sentire la sua voce perché non è il ruolo che contava di recitare con la "verdona".

   
1
 - 
5
   
   
1
 - 
2
   
Cla Pilota # Giri Tempo Distacco km/h Pit stop Punti Ritirato Telaio Motore
1 Netherlands M. Verstappen Red Bull Racing 1 66

1:28'20.227

  208.679 2 25   Red Bull Red Bull
2 United Kingdom L. Norris McLaren 4 66

+2.219

1:28'22.446

2.219 208.592 2 19   McLaren Mercedes
3 United Kingdom L. Hamilton Mercedes 44 66

+17.790

1:28'38.017

15.571 207.981 2 15   Mercedes Mercedes
4 United Kingdom G. Russell Mercedes 63 66

+22.320

1:28'42.547

4.530 207.804 2 12   Mercedes Mercedes
5 Monaco C. Leclerc Ferrari 16 66

+22.709

1:28'42.936

0.389 207.789 2 10   Ferrari Ferrari
6 Spain C. Sainz Jr. Ferrari 55 66

+31.028

1:28'51.255

8.319 207.465 2 8   Ferrari Ferrari
7 Australia O. Piastri McLaren 81 66

+33.760

1:28'53.987

2.732 207.358 2 6   McLaren Mercedes
8 Mexico S. Perez Red Bull Racing 11 66

+59.524

1:29'19.751

25.764 206.362 3 4   Red Bull Red Bull
9 France P. Gasly Alpine 10 66

+1'02.025

1:29'22.252

2.501 206.265 2 2   Alpine Renault
10 France E. Ocon Alpine 31 66

+1'11.889

1:29'32.116

9.864 205.887 2 1   Alpine Renault
11 Germany N. Hulkenberg Haas F1 Team 27 66

+1'19.215

1:29'39.442

7.326 205.606 2     Haas Ferrari
12 Spain F. Alonso Aston Martin Racing 14 65

+1 Lap

1:28'29.724

1 Lap 205.148 2     Aston Martin Mercedes
13 China G. Zhou Sauber 24 65

+1 Lap

1:28'35.703

5.979 204.918 2     Sauber Ferrari
14 Canada L. Stroll Aston Martin Racing 18 65

+1 Lap

1:28'45.479

9.776 204.542 2     Aston Martin Mercedes
15 Australia D. Ricciardo AlphaTauri 3 65

+1 Lap

1:29'04.277

18.798 203.822 2     RB Red Bull
16 Finland V. Bottas Sauber 77 65

+1 Lap

1:29'13.540

9.263 203.469 2     Sauber Ferrari
17 Denmark K. Magnussen Haas F1 Team 20 65

+1 Lap

1:29'15.015

1.475 203.413 2     Haas Ferrari
18 Thailand A. Albon Williams 23 65

+1 Lap

1:29'18.376

3.361 203.286 2     Williams Mercedes
19 Japan Y. Tsunoda AlphaTauri 22 65

+1 Lap

1:29'29.131

10.755 202.879 3     RB Red Bull
20 United States L. Sargeant Williams 2 64

+2 Laps

1:28'25.093

1 Lap 202.167 2     Williams Mercedes

 

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente LIVE Formula 1 | Gran Premio di Spagna, Gara
Prossimo Articolo F1 | Max: "Gara decisa al via, ma McLaren era più forte di noi"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia