Verstappen è a Monte Carlo con un forte torcicollo

Dopo essere stato dimesso dall'ospedale inglese, Max si è trasferito nel Principato di Monaco dove vive, seguito dal suo fisioterapista. Il pilota olandese è uscito praticamente incolume da un crash con una forza d'impatto misurata dai sensori in 51G. Come postumo del crash un forte dolore al collo, ma niente di più. Il botto di Verstappen è il secondo per decelerazione dopo quello di Grosjean in Bahrain 2020: il francese era arrivato a un picco di 67G.

Verstappen è a Monte Carlo con un forte torcicollo

L’incidente di Max Verstappen nel primo giro del GP di Gran Bretagna passa alla storia come il secondo per forza d’impatto nella storia della F1 da quando la FIA dispone di strumenti di misurazione sulle monoposto.

Il crash dell’olandese contro le protezioni della curva Copse di Silverstone è avvenuto con una forza di 51G: la Red Bull RB16B è andata praticamente distrutta nella parte posteriore destra, ma ha perfettamente assorbito l’urto perché il pilota, per quanto fosse scosso, è uscito dall’abitacolo con i suoi mezzi prima di essere trasferito dallo staff medico della FIA al Centro Medico e poi in ospedale per gli inevitabili accertamenti previsti dal protocollo di sicurezza quando un conduttore è vittima di un incidente nel quale il sensore della Federazione registra un impatto superiore ai 20G.

Max è stato dimesso nella sera stessa di domenica dopo essere stato tenuto in osservazione per alcune ore e adesso si trova a Monte Carlo dove risiede, seguito da vicino dal suo fisioterapista. Il fatto che Verstappen non abbia riportato danni fisici dal tremendo botto, non significa che il suo fisico non risenta della violenta decelerazione.

Sul suo sito ufficiale l’olandese ha voluto tranquillizzare i suoi fan assicurando di stare “abbastanza bene dopo il brutto incidente pur accusando un po’ di rigidità nella parte superiore del corpo, ma per il resto sono illeso“. 

Più chiaro Helmut Marko sulle condizioni del suo pilota: “Accusa ancora un forte torcicollo, ma sta sorprendentemente bene”. È certo, quindi, che Verstappen sarà regolarmente al suo posto nell’abitacolo della RB16B in occasione del GP d’Ungheria che si disputerà nel primo weekend di agosto a Budapest. L’ultima gara prima della sosta estiva.

A Max è andata bene che il calendario di F1 non imponga un appuntamento back to back, perché altrimenti sarebbe stato difficile ottenere l’ok dei medici FIA al rientro in macchina dopo pochi giorni dal crash: basti ricordare il caso di Robert Kubica dopo il terribile crash in Canada nel 2007 con la BMW.

Stando alle rilevazioni della FIA quello di Verstappen è stato il secondo incidente con la maggiore forza d’impatto: se la Red Bull ha subito una decelerazione pari a 51G, vale la pena di ricordare che il record è stato raggiunto da Romain Grosjean in Bahrain l’anno scorso con la Haas. Il francese, secondo i sensori, era arrivato a un impatto contro il rail di 67G.

Al terzo posto figura Carlos Sainz che nel 2015 con la Toro Rosso finì coperto dalle protezioni a Sochi dopo un brutto crash: lo spagnolo arrivò a 46G, esattamente il valore toccato da Fernando Alonso nelle prime fasi del GP d’Australia 2016 quando si capottò con la McLaren.

La graduatoria segnala, inoltre, Valtteri Bottas protagonista di un impatto di 30G in occasione del GP dell’Emilia Romagna e del Made in Italy dopo il contatto provocato dalla Williams di George Russell prima della staccata del Tamburello.

Per confermare la sicurezza delle attuali monoposto di Formula 1 tutti i piloti sono usciti incolumi da questi incidenti, tranne Grosjean che ha riportato delle ustioni alle mani e a un piede a causa delle fiamme nelle quali era rimasta avviluppata la sua Haas.

GP del Bahrain 2020 - Romain Grosjean 67G

GP del Bahrain 2020 - Romain Grosjean 67G
1/5

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

GP Gran Bretagna 2021 - Max Verstappen 51 G

GP Gran Bretagna 2021 - Max Verstappen 51 G
2/5

GP di Russia 2015 - Carlos Sainz 46G

GP di Russia 2015 - Carlos Sainz 46G
3/5

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

GP d'Australia 2016 - Fernando Alonso 46G

GP d'Australia 2016 - Fernando Alonso 46G
4/5

Foto di: James Gasperotti / Motorsport Images

GP dell'Emilia Romagna - Valtteri Bottas 30G

GP dell'Emilia Romagna - Valtteri Bottas 30G
5/5
condivisioni
commenti
Horner attacca Hamilton: "Ha fatto un errore da dilettante"

Articolo precedente

Horner attacca Hamilton: "Ha fatto un errore da dilettante"

Prossimo Articolo

F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia?

F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia?
Carica commenti
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1 Prime

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1

Grand Prix 2 e Formula 1 '96 sono due giochi che hanno segnato un'era a cavallo della metà degli anni '90. Titoli di riferimento al momento dell'uscita, possono essere riconosciuti come veri e propri precursori del genere arcade e simulativo che ha aperto la strada ai videogames odierni

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

Formula 1
26 lug 2021
F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Formula 1
26 lug 2021
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021