Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Qualifiche
Formula 1 GP di Miami

F1 | Verstappen a Miami precede un magico Leclerc in SQ

Max si assicura la posizione al palo della Sprint Race che a Miami si disputerà domani prima delle qualifiche. L'olandese ha preceduto l'eccellente Leclerc con la Ferrari davanti a Perez con la seconda RB20. Stupisce Ricciardo quarto con la Racing Bulls davanti a Sainz. Deludono le McLaren con Piastri sesto e Norris addirittura nono.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB20

Max Verstappen è rimasto sorpreso di aver colto la posizione al palo della Gara Sprint nel GP di Miami, perché l'olandese non aveva la percezione di essere andato forte con la Red Bull. Non deve stupire, infatti, se il tre volte campione del mondo ha chiuso l'unico run della SQ3 in 1'27"641, un tempo ottenuto con le soft, quando Lando Norris era arrivato a 1'27"594 in SQ2 con la mescola media. L'evoluzione della pista che era stata molto evidente, all'improvviso si è fermata e sono stati diversi i piloti a non riuscire a sfruttare il pieno potenziale delle loro monoposto.

A 108 millesimi dalla RB20 in vetta alla griglia è spuntato a sorpresa Charles Leclerc. Il ferrarista ha dato un saggio del suo talento: anche se nella prima sessione di prove libere non è riuscito a chiudere un giro per un testacoda in cui ha surriscaldato la frizione, il monegasco ha affrontato la qualifica con la sfrontatezza del campione. Il pilota del Cavallino ha trovato la motivazione per portare la SF-24 in prima fila, mentre Carlos Sainz non è andato oltre un quinto posto: il madrileno ha pagato un piccolo errore che gli è costato caro, perché poteva essere in coda al compagno di squadra.

L'eroe di giornata è certamente Daniel Ricciardo che ha portato la Racing Bulls in quarta posizione: l'australiano ha preso gradi rischi, ma ha portato a casa un risultato che va ben oltre le aspettative della squadra di Faenza. Da quando Daniel beneficia del telaio nuovo, sembra riemerso il pilota guascone che abbiamo sempre visto.

Ovviamente non dimentichiamo la terza prestazione di Sergio Perez: il messicano con la seconda RB20 ha lasciato un paio di decimi al "capitano", ma ha capitalizzato la partenza in seconda fila. La grande delusione è la McLaren che si accontenta della sesta piazza di Oscar Piastri con la MCL38 dotata solo di metà aggiornamenti, che invece sono stati riservati per intero a Lando Norris. L'inglese sembrava il grande favorito e, invece, ha commesso un grave errore che lo ha relegato solo in nona posizione. La vettura papaya ha dimostrato di avere un grande potenziale con le novità, ma questa volta Lando ha sprecato la possibilità di ripetere la prestazione che aveva ottenuto in Cina.

L'Aston Martin ha messo in fila i suoi due piloti: la novità è che Lance Stroll, settimo, sia riuscito a stare davanti a Fernando Alonso: la "verdona" dotata di parti nuove non ha impressionato. La AMR24 avrà bisogno di un po' di messa a punto per mostrare tutto il suo potenziale.

Positiva la prestazione di Nico Hulkenberg: il tedesco, che è in procinto di approdare all'Audi, si è arrampicato con la Haas fino alla Q3: non era lecito chiedergli più del decimo posto e ha dato alla squadra il massimo che potesse attendere.

Momento molto difficile per la Mercedes: i due piloti restano fuori dalla Top 10 sebbene la squadra di Brackley abbia portato un pacchetto di aggiornamento. La freccia nero-argento man mano che la pista si gomma peggiora il suo comportamento. George Russell non è entrato in Q3 per 13 millesimi, ma le aspettative della Stella sono ben altre. Delude anche un remissivo Lewis Hamilton che è dodicesimo per appena 28 millesimi dal compagno di squadra. Il sette volte campione del mondo ha anche sfiorato un muretto ed è finito sotto la lente del collegio dei commissari sportivi perché si è reso protagonista di una irregolarità in pit lane. L'inglese è parso molto deluso per la mancata crescita della macchina nonostante le novità.

Esteban Ocon si deve accontentare della 13esima piazza con l'Alpine: il francese ha abbandonato il fondo della griglia, traendo il massimo dalla A524 che è in continua evoluzione. Kevin Magnussen è 14esimo con la Haas il danese disponeva del fondo nuovo, ma non è riuscito a fare meglio di Hulkenberg che aveva ancora versione vecchia.

Yuki Tsunoda è 15esimo e senza tempo in Q2: il giapponese della Racing Bulls ha pagato un track limit che gli ha fatto cancellare la prestazione, per cui non ha raccolto quanto avrebbe potuto.

Non passa la tagliola della SQ1 Pierre Gasly con l'Alpine: il francese ha preceduto le due Sauber di Guanyu Zhou e Valtteri Bottas. Il finlandese è sotto investigazione per una manovra pericolosssima mentre era in un giro di lancio e non ha visto che stava arrivando in piena velocità la McLaren di Oscar Piastri. L'australiano è stato sfiorato dalla Sauber, ma se l'è cavata con un lungo, mentre poteva innescarsi un bruttissimo incidente. Valtteri non è stato avvisato dell'arrivo della MCL38  e non si è reso conto del rischio che rischiava di correre.

Male le due Williams: Logan Sargeant, davanti al pubblico di casa, si è tolto la soddisfazione di precedere il compagno di squadra, Alexander Albon. L'anglo-thailandese è sceso in fondo alla grigliaerché si è visto cancellare la migliore prestazione per un track limit: era 16esimo in pista ed è finito 20esimo...

   
1
 - 
3
   
   
1
 - 
2
   
Cla Pilota # Telaio Motore Tempo km/h
1 Netherlands M. Verstappen Red Bull Racing 1 Red Bull Red Bull

1'27.641

222.306
2 Monaco C. Leclerc Ferrari 16 Ferrari Ferrari

+0.108

1'27.749

222.033
3 Mexico S. Perez Red Bull Racing 11 Red Bull Red Bull

+0.235

1'27.876

221.712
4 Australia D. Ricciardo AlphaTauri 3 RB Red Bull

+0.403

1'28.044

221.289
5 Spain C. Sainz Jr. Ferrari 55 Ferrari Ferrari

+0.462

1'28.103

221.141
6 Australia O. Piastri McLaren 81 McLaren Mercedes

+0.520

1'28.161

220.995
7 Canada L. Stroll Aston Martin Racing 18 Aston Martin Mercedes

+0.734

1'28.375

220.460
8 Spain F. Alonso Aston Martin Racing 14 Aston Martin Mercedes

+0.778

1'28.419

220.350
9 United Kingdom L. Norris McLaren 4 McLaren Mercedes

+0.831

1'28.472

220.218
10 Germany N. Hulkenberg Haas F1 Team 27 Haas Ferrari

+0.835

1'28.476

220.208
11 United Kingdom G. Russell Mercedes 63 Mercedes Mercedes

+0.702

1'28.343

220.540
12 United Kingdom L. Hamilton Mercedes 44 Mercedes Mercedes

+0.730

1'28.371

220.470
13 France E. Ocon Alpine 31 Alpine Renault

+0.738

1'28.379

220.450
14 Denmark K. Magnussen Haas F1 Team 20 Haas Ferrari

+0.973

1'28.614

219.865
15 Japan Y. Tsunoda AlphaTauri 22 RB Red Bull

 

 
16 France P. Gasly Alpine 10 Alpine Renault

+1.544

1'29.185

218.458
17 China G. Zhou Sauber 24 Sauber Ferrari

+1.626

1'29.267

218.257
18 Finland V. Bottas Sauber 77 Sauber Ferrari

+1.719

1'29.360

218.030
19 United States L. Sargeant Williams 2 Williams Mercedes

+1.910

1'29.551

217.565
20 Thailand A. Albon Williams 23 Williams Mercedes

+2.217

1'29.858

216.822

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente LIVE Formula 1 | Gran Premio di Miami, Sprint Qualifying
Prossimo Articolo F1 | Max: "Pole, ma giro orribile. Non so cosa sia successo agli altri"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia