Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP d'Austria

F1 | Vasseur: “Abbiamo fatto un passo in avanti, ma non basta”

Il team principal della Ferrari commenta la qualifica del GP d’Austria come “un piccolo passo avanti”, non del tutto sufficiente però per contrastare chi in questo momento si sta dimostrando l’unico probabile rivale della Red Bull...

Frederic Vasseur, Team Principal e Direttore Generale, Scuderia Ferrari

Fred Vasseur, al termine della qualifica del Gran Premio d’Austria, considera come un passo avanti il quarto posto di Carlos Sainz e il sesto di Charles Leclerc rispetto alle prestazioni precedenti. Il monegasco, in realtà, aveva inizialmente firmato il settimo tempo, ma slitta in avanti di una casella sulla griglia di partenza dopo la cancellazione del giro di Oscar Piastri per track limit. 

“Un piccolo passo avanti rispetto a ieri – commenta il team principal ai microfoni di Sky Sport F1 - ma non è sufficiente, perché volevamo essere un pochino più avanti in griglia. Nel complesso, però, abbiamo fatto un passo avanti: Charles stava facendo un buon giro, quando ha avuto un bloccaggio alla curva 4, però prima di quel momento era molto più veloce rispetto al tentativo precedente. Questo significa che era un buon giro. L’obiettivo è ovviamente concludere il giro, e non fare un bel giro fino alla curva 4, però probabilmente siamo in una condizione migliore rispetto a ieri”.  

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

In merito alla gara di domenica, Vasseur evidenzia le differenze rispetto alla Sprint Race, aggiungendo quali possono essere le aspettative della Ferrari: “Abbiamo visto oggi che c’è una sorta di treno DRS, se prendi il treno giusto puoi restare in quel treno. Immagino che ci sarà tanta battaglia al giro 1. Chiaramente la gara è diversa dalla Sprint, perché entrano in gioco le strategie, i pit stop, ma è chiaro che il treno DRS ha un effetto enorme, si parla di più di 6 decimi per giro e 6 decimi è il dato che risulta tra la seconda e la decima posizione. Questo significa che se prendi il treno giusto puoi stare nel DRS ed è un bene”. 

Durante la Sprint Race, sia Carlos Sainz che Charles Leclerc hanno evidenziato dei problemi relativi alla temperatura dei freni. Un problema, a detta di Vasseur, risolto, anche se la vera sorpresa negativa del weekend resta il bouncing: “Abbiamo risolto senza dubbio il problema, ma credo che stamattina lo avessero un po’ tutti, perché una volta che entri nel treno surriscaldi un po’ tutto e devi gestire. Tutti stavano gestendo il passo”. 

“La brutta sorpresa del weekend è stata avere un po’ più di saltellamento rispetto alle aspettative e questo danneggiava i piloti nelle curve ad alta velocità, tra curva 7 e curva 10. Oggi abbiamo messo a posto un po’ le cose rispetto a Norris, ma non è abbastanza. La curva 9 e 10 va meglio: fatichiamo nelle curve 6 e 7 ma in termini di passo ci stiamo avvicinando”.  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Sainz: "Setup cambiato, ma rimane il bouncing legato alle novità"
Prossimo Articolo F1 | Red Bull: Max gioca d'anticipo e fa una grande differenza

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia